Cerca

Repubblica usa Briatore e Santanchè contro Silvio

Nuove intercettazioni: "Ruby? Festini come prima". Bordate su Fede, che s'arrabbia: "Altro che amici". Flavio: "Scusami"

Repubblica usa Briatore e Santanchè contro Silvio
La regola è sempre la stessa. Pubblicare le intercettazioni che tirano in ballo Silvio Berlusconi, anche se non c'entrano nulla con l'inchiesta in questione. E' quanto successo con Repubblica, che nell'edizione di sabato riporta parola per parola le conversazioni tra Flavio Briatore e Daniela Santanchè, registrate dalla Guardia di Finanza nello scorso aprile per l'inchiesta della Procura di Genova su una presunta evasione fiscale commessa dall'imprenditore riguardo al panfilo Force Blue.

Fango e denunce - Nelle conversazioni, i due si lasciano andare a commenti e rivelazioni 'piccanti' sul premier e sul caso Ruby. Briatore, citando Lele Mora, racconta che "Silvio continua a fare festini, non ad Arcore ma nell'altra villa", e che il perché di questo comportamento sta nel fatto che è "malato. Il suo piacere è vedere queste qui (le ragazze, ndr) stanche, che vanno via da lui". Insomma, nonostante il processo in corso, i festini di Berlusconi proseguirebbero "come prima, più di prima", spiega Briatore. "Stessi attori, stesso film, proiettato in un cinema diverso". Briatore, sempre rivelando confidenze di Mora, spara anche su Emilio Fede, "messo in quarantena" da Berlusconi. "Sembra che abbia comprato delle case alla Zardo (l'attrice Manuela, ndr)". Che siano verità o frasi in libertà, poco importa. Conta il fango. E infatti i legali di Briatore, gli avvocati Fabio Lattanzi e Massimo Pellicciotta, hanno già presentato una denuncia per rivelazione di segreto di ufficio. Gelida la reazione di Daniela Santanchè: "Non ho niente da commentare, certe cose non vanno nemmeno commentate: ero una che ascoltava al telefono un amico, ma lo ripeto non voglio fare commenti non voglio dire nulla".

La rabbia di Emilio - Imbufalito Emilio Fede: "Pensavo fossero degli amici ed invece i peggiori nemici sono quelli che ti stanno più vicino - attacca il direttore del Tg4 -. Chi? Ma Daniela Santanchè e soprattuto Flavio Briatore che conosco da trenta anni. Ed invece ancora una volta aveva ragione mia moglie: stamattina mi ha detto 'Emilio te lo ripetevo sempre erano persone da non frequentare'". Per Fede, quelli di Flavio e Daniela "sono discorsi paranoici tanto assurdi che ho pensato di essere su 'Scherzi a parte'. Sono cose che fanno parte della arroganza e della imbecillità di persone che conosco da trent'anni". Sono "falsità" sia la presunta "cresta" fatta da Fede sul prestito di Berlusconi a Mora ("E' talmente tanto chiarita che non ha bisogno di commenti, lo stesso Berlusconi mi ha detto 'Stai tranquillo, so che non ti sei appropriato di nulla'") sia le affermazioni sulla Zardo ("Ho detto a Raffaella Zardo di contattare gli avvocati e querelare Briatore, lei vive in un monolocale di 40 metri quadri e paga un affitto di 800 euro"). "Come si fa a difendersi da caz... come questa... - si arrabbia Fede -. Io so di non essere un figlio di put..., Briatore non lo so davvero, lui sì che è pluriindagato...". Briatore ha poi telefonato ad Emilio: "Scusami, ti chiedo scusa. Se c'è una persona a cui non vorrei fare del male sei tu. Perdonami, eri e resti il mio migliore amico". Basterà?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tarantola

    14 Giugno 2011 - 14:02

    aquila.della.notte, svegliati ché è giorno e tu dormi ancora il sonno delle calunnie! . . Svegliati, su, non bere tutto quel che ti vien dato da bere; apri la mente se ce l'hai, allocco!

    Report

    Rispondi

  • fdrebin

    13 Giugno 2011 - 22:10

    nessuna confusione. Anche queste sono attinenti al reato di Mora-Fede-Minetti di induzione alla prostituzione. Soprattutto Mora, che continua a "procurare".

    Report

    Rispondi

  • fabrysinger

    13 Giugno 2011 - 15:03

    tutti contro santoro che é fazioso, che guadagna troppo, che parla male di questo e quello e poi, questi qui che sono davvero nostri dipendenti e vanno ad attaccare le altre istituzioni sapendo di mentire? vi va bene? questo articolo vorrebbe farci guardare il dito mentre vene indicata la luna! che mi frega a me del perché, del percome o della sacra privacy di Briatore!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    13 Giugno 2011 - 15:03

    Che fai ,mi vai in confusione? Quella di Fassino era attinente al reato,poi si sà come è andata a finire,con la Forleo trasferita.Quella di Briatore ,non ha nessuna attinenza con i reato di prostituzione minorile.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog