Cerca

E' morto Giorgio Celli, ecostar del piccolo schermo

Scienziato e scrittore se ne è andato a 76 anni per complicazioni insorte dopo un intervento al cuore

E' morto Giorgio Celli, ecostar del piccolo schermo
Si è spento sabato Giorgio Celli, il noto entomologo bolognese. Aveva 76 anni e da quasi un mese era ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna, in seguito a complicazioni insorte dopo un intervento cardiochirurgico per l'inserimento di alcuni by pass. Per anni Celli si era fatto apprezzare in tv, per il suo approccio divulgativo e ben poco accademico, mentre per diletto, come lui stesso ammetteva, scriveva libri gialli dove i suoi amati.

Lo scienziato - Dopo la laurea in Scienze Biologiche conseguita nel 1959, aveva iniziato la carriera accademica per diventare docente all'Università di Bologna, presso la quale ha diretto l'Istituto di entomologia Guido Grandi. Come entomologo ha studiato le api sia sul versante della ricerca ecologica, come possibili indicatrici del livello di inquinamento da pesticidi e da piombo, sia sul versante etologico, studiando alcuni aspetti della loro percezione visiva e delle loro capacità di apprendimento. Aveva un forte interesse verteva per l'ecologia degli agrosistemi, i metodi di contenimento biologico delle popolazioni di insetti nocivi e i fenomeni di parassitismo unicellulare e pluricellulare. In questo contesto ha creato un centro, unico in Italia, nella quale vengono prodotti insetti utili alla lotta biologica ai fitofagi, e due centri di ecologia applicata che si occupano del controllo delle popolazioni di zanzare nelle zone umide e paludose. Con il progetto di creazione della nuova area espositiva del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, gli viene affidata la direzione scientifica per l'allestimento del nuovo spazio dedicato alla storia della vita sulla Terra, che verrà inaugurata nel marzo 2012.

Lo scrittore - Da sempre Giorgio Celli ha affiancato l'attività di scienziato a quella di scrittore: è autore di numerosi romanzi, soprattutto gialli, nella cui ambientazione emerge quasi sempre la sua cultura scientifica e il suo amore per gli animali, in particolare per i gatti. E' stato anche autore teatrale e di poesie. Nel 1975 ha vinto il Premio Pirandello con l' opera Le tentazioni del professor Faust.

Il cinemo e la tv - Al cinema ha recitato per Pupi Avati in La mazurka del barone, della santa e del fico fiorone (1975) . In televisione ha condotto il programma di divulgazione Nel regno degli animali. Nel 1986 ha inoltre curato l' audiovisivo "Arte e biologia nel Novecento" per la sezione "Arte e scienza" della Biennale di Venezia.

Il politico - Ha avuto anche incarichi politici come parlamentare europeo dal 1999 al 2004 nel gruppo Verdi Europei - Alleanza Libera Europea. Inoltre, sempre per il partito dei Verdi e sempre nello stesso periodo, è stato consigliere comunale a Bologna, città nella quale viveva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lulumicianera

    13 Giugno 2011 - 13:01

    Ho imparato da lui a comprendere ed amare i gatti.Mi spiace tantissimo che se ne sia andato,condoglianze alla famiglia e che ne sarà dei suoi protetti?

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    11 Giugno 2011 - 23:11

    ...dispiacere,nell'apprendere la scomparsa dello scienziato-entomologo Giorgio Celli. Un uomo di cultura scientifica,che seppe trasmetterla a quanti interessati. Sentite condoglianze.

    Report

    Rispondi

  • PIERO 46

    11 Giugno 2011 - 22:10

    MOLTO INTERESSANTI LE SUE TRASMISSIONI SUGLI ANIMALI. SE NE VANNO SMEPRE I MIGLIORI......!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • migpao

    11 Giugno 2011 - 20:08

    era rosso ma era anche una gran bella persona, e simpatica. condoglianze alla famiglia.

    Report

    Rispondi

blog