Cerca

Il Cda della Rai approva in fretta e furia i palinsesti. Basterà a Fazio? ' Vieni via con Santoro'. Tutti a La7?

Fabio come Michele: "Rinuncio al programma, lo farò in un'altra televisione". Via anche Gabanelli, Annunziata e Dandini?

Il Cda della Rai approva in fretta e furia i palinsesti. Basterà a Fazio? ' Vieni via con Santoro'. Tutti a La7?
Dopo Michele Santoro, il diluvio. O meglio, una pioggia di addii a viale Mazzini. Il primo ad annunciare l'esodo, con una lettera al quotidiano-amico La Repubblica, è Fabio Fazio. Anche per lui, come per il capo di Annozero, non è più possibile lavorare in Rai. In ballo c'è Che tempo che fa: "L'accordo economico - scrive il presentatore - è stato immediatamente trovato, ma ho chiesto di poter gestire gli ospiti con l'autonomia che si deve riconoscere a un qualunque gruppo di professionisti della televisione". Nel caso, la possibilità di contare ancora sull'editorialista della Stampa Massimo Gramellini, la comica Luciana Litizzetto  e Roberto Saviano. Lunedì mattina, però, il Cda della Rai, cercando di arginare la fuga da viale Mazzini, ha accorciato i tempi e varato con otto voti a favore e un'astensione - quella del consigliere Antonio Verro - la presa d'atto dei palinsesti autunnali, in cui figurano per Rai3 figurano anche i programmi Che tempo che fa, Ballarò, Parla con me e Report. Secondo quanto si è appreso da fonti consiliari, il dg Lorenza Lei avrebbe assicurato che per i programmi previsti verranno fatti i contratti necessari ad assicurare la messa in onda con la conferma dei cast".

Fazio chiede garanzie - "Le garanzie che ho sempre chiesto - aveva tuonato Fazio in precedenza - non sono mai arrivate". Fabio non ci sta ad essere stato etichettato, dai vertici Rai, come parte del "fortino, dell'enclave di comunisti, della riserva indiana". "Ho scritto d'impeto e di getto una lettera al Direttore generale della Rai, Dott.ssa Lei, dalla quale non ho purtroppo ricevuto risposta", era tornato alla carica. Insomma, aveva proseguito nell'attacco Fazio, "come si può lavorare in questa maniera, immaginare nuovi programmi?". La crociata di Fabio è in difesa di Milena Gabanelli ("nemmeno è stata ancora ricevuta") e di Giovanni Floris ("gli è stato consigliato di dedicarsi a qualcosa di nuovo") e pure dello stesso Santoro ("lasciato andare via con un evidente e inaudito sospiro di sollievo"). Sul piatto anche Vieni via con me, lo spettacolo-evento con Saviano, a detta di Fazio osteggiato dai vertici e andato in onda grazie alla "professionalità" e alla "tenacia di Raitre". "Per questo ho deciso di non correre più un simile rischio e ho deciso che non sono più disponibile a ripetere l'esperienza Vieni via con me in questa Rai". Se altrove troverò le condizioni necessarie, l'entusiasmo e la condivisione del progetto, il pubblico potrà ritrovare presto me e Saviano di nuovo insieme".

Il Consiglio di amministrazione - Quella di Fazio, insomma, più che un auspicio era parsa una chiamata a La7, divenuta di colpo (ma non troppo a sorpresa) l'Eldorado dell'intellighenzia progressista della tv italiana. In viale Mazzini, per Lorenza Lei, sono comunque ore bollenti. Il Cda, che era convocato per il pomeriggio di lunedì, ha impiegato meno di quanto preventivato per varare i palinsesti. All'ordine del giorno, il caso Fazio e tutto il contorno, da Report a Ballarò fino a Parla con me di Serena Dandini . In ballo ci sono milioni di introiti pubblicitari e di ascolti. Il 20 giugno la Sipra, concessionaria pubblicitaria della Rai, dovrà presentare il progetto agli inserzionisti. Così la televisione pubblica sembra essere arrivata a un compromesso sui palinsesti, ammesso che quanto offre la Rai possa essere sufficiente per Fazio e compagnia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    14 Giugno 2011 - 10:10

    li hanno provati: Pia Luisa Bianco, Socci, Masotti, Ferrara, Sgarbi, Paragone. Un disastro, come un disastro è il TG1 di Scodinzolini. Rendetevi conto che nonsiete capaci! Tu paghi il canone perché ti vedi questi ultimi; gli altrilo paganoper vedere Fazio, Fòoris, Santoro. A me non piace il TG1 ed allora, click, sul telecomando e mi guardo la 7: fallo anche tu

    Report

    Rispondi

  • Nisseno di CL

    13 Giugno 2011 - 19:07

    Santoro va via? Fazio Va via? Speriamo si portino dietro Littizetto (sempre volgare), Dandini, Gabanelli, Floris e quant'altri utilizzano il servizio pubblico per diffondere solo notizie contro una parte politica. Siamo stanchi di pagare un canone per sentirci insultati, come se quanti votiamo a destra siamo dei porci, mentre chi vota la sinistra è santo, società civile, benpensante e pulito. Vadano a La7, TV privata che avrà modo di sponsorizzare queste arringhe televisive aggiungendo nuovi conduttori, spesso pseudo-giornalisti, a Lerner, Gruber, D'Amico e quant'altri fautori di un finto perbenismo che condanna chi non la pensa come loro. La Rai ha oltre 3mila giornalisti: si dia spazio a nuovi conduttori che spieghino le cose in maniera oggettiva, invitando ospiti in par condicio e non offendendo gli italiani, di qualsiasi parte politica. La7 sarà il punto di riferimento della sinistra? Ce ne faremo una ragione, magari la cancelleremo dal telecomando, ma non pagheremo noi. Via.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    13 Giugno 2011 - 19:07

    blue5qualcosa . Problemini esistenziali?

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    13 Giugno 2011 - 19:07

    ...tanto brutta e si preparano alla fuga in massa.Abbiamo qui il sosia di Assad -siriano,dal ghigno fazio..so,in ottima compagnia del...montato Savio..co..ne che manco la cittadinanza vogliono dargli;gli converrà approdare pure lui in polica,ottimo...rifugio dalle uova d'oro. Una cosa stanno pensando i marpioni-conduttori della Rai-dunhill:"Dovesse tramontare il cav,di che cosa/chi potremmo sparlare?"Allora sì, che bisognerebbe aumentare la tassa Tv,per compensare alla mancanza di spot pubblicitari! Rai libera e privata;non può essere lecito l'obbligo di una... gabella,che ci somministra pubblicità a iosa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog