Cerca

Camorra, Caserta: 11 arresti Sfugge Michele Zagaria

In manette diversi esponenti del clan dei Casalesi, tra cui insospettabile geometra. Caccia al super-latitante

Camorra, Caserta: 11 arresti Sfugge Michele Zagaria
Undici persone del clan dei Casalesi, tra fiancheggiatori e latitanti, sono state arrestate nel corso di un'operazione dei carabinieri di Aversa, in provincia di Caserta, nelle prime ore di martedì. I militari hanno effettuato diverse perquisizioni alla ricerca del superlatitante Michele Zagaria, che sarebbe riuscito a sfuggire per poco. Le ricerche delle forze dell'ordine si sono concentrate nelle zone di Casal di Principe, San Cipriano d'Aversa, Casapesenna e Casagiove. L'operazione è stata condotta e coordinata dalla Dda di Napoli.

Maxisequestro - Nell'operazione sono stati sequestrati beni mobili e immobili per un valore complessivo di circa un milione di euro. Nella rete degli investigatori ci sono finite anche delle quote di una società immobiliare con sede a Terni: le quote sono state sequestrate a Rocco Veneziano, 57 anni, di Castel Volturno, in provincia di Caserta. L'uomo, geometra ed imprenditore edile, è stato di recente condannato per aver assistito il clan dei Casalesi nello svolgimento di attività illecite nel settore delle costruzioni.

Il ruolo di Veneziano - Secondo gli inquirenti Veneziano è un punto di riferimento per la gestione degli interessi economici del clan. Utilizzando la sua figura, quella di un insospettabile professionista, Veneziano predisponeva i documenti necessari a indire gare d'appalto, e si attrezzava per fornire i nominativi delle imprese pulite alle quali assegnare i lavori in modo tale da favorire gli interessi del Casalesi. La recente condanna è di 2 anni e 8 mesi: l'accusa contestata è quella di associazione mafiosa.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    14 Giugno 2011 - 20:08

    per cortesia, cambi nick, potrebbe confondersi con un altro blues che è di un'acidità degna della maestrina zitella che bacchetta tutti. Tornando all'articolo in questione, queste notizie ormai quotidiane di arresti mafiosi e camorristici ecc mi danno ormai il vomito, mi confermano solo che non c'è rimedio e che non ce la caveremo MAIIII. Cordialità

    Report

    Rispondi

  • blues188

    14 Giugno 2011 - 10:10

    O rimaniamo senza deliquenti

    Report

    Rispondi

blog