Cerca

Melania, gli inquirenti al buio Spunta soldatessa camorrista

Si chiama Laura Titta ed è in manette perché aiutava il boss Di Caterino in latitanza. Violenta e gelosa, era in servizio ad Ascoli

Melania, gli inquirenti al buio Spunta soldatessa camorrista
Brancolano nel buio gli inquirenti della procura di Ascoli che indagano sull'omicidio di Melania Rea. I giorni scorrono, ma non c'è una pista che indichi la soluzione del giallo. Ora spunta la soldatessa in odore di camorra, in servizio in quel 235esimo reggimento di Ascoli Piceno dove lavora Salvatore Parolisi. Una donna violenta, aggressiva e molto gelosa, riferiscono fonti investigative.

Gli arresti -
Martedì, undici persone sono state arrestate nell'ambito di una operazione anti camorra eseguita dai carabinieri del gruppo di Aversa. In manette è finita  anche una soldatessa di 25 anni, Laura Titta, che avrebbe aiutato nel corso della sua latitanza il boss Emilio Di Caterino, arrestato nel 2008 a Terni e ora collaboratore di giustizia. Proprio da quell'arresto è nata l'indagine che ha portato  agli arresti delle persone che avrebbero dato appoggi logistici ai latitanti, fornito loro il cibo, le auto per gli spostamenti e i rifugi dove nascondersi.

La soldatessa - 
Laura Titta per gli inquirenti si occupava di biancheria e vestiario del boss - braccio destro di Giuseppe Setola-  e di accompagnare da lui un'amica. Un rapporto così stretto da coinvolgerlo nelle sue vicende di cuore e da chiedergli di punire i fidanzati che si comportavano male. Sulla gamba, Laura ha un tatuaggio con scritto 'terrorista'  e di lei hanno cominciato a occuparsi ora anche i magistrati di Ascoli.
Dall' inchiesta emerge la figura di una donna violenta, aggressiva e molto gelosa: le minacce di morte a un ex fidanzato, i raptus di gelosia impongono un approfondimento.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    18 Giugno 2011 - 09:09

    MI FA SOLO SCHIFO:è per me lo stesso UNA FORMA di delinquenza o poco rispetto delle vittime e dei familiar.Il delinquente è delinquente sotto ogni egida e latitudine e quanti delinquenti,commossi o partecipi al dolore dei familiari,ci hanno propinato in tv e poi erano gli assassini.Almeno questo si spreme a mostrare delle lacrime di un dolore presunto o no,non si sa.Commedia napoletana? tragedia 'direi,ma come tante tragedie ITALIANE.Una bellissima donna NAPOLETANA è morta!Il marito fa la commedia? La vera COMMEDIA ITALIANA è che gente NORD oSUD che sia, non sa scoprire gli assassini e valutare se i"COMMEDIANTI" napoletani o meno,siano colpevoli o meno.Questa la commedia o TRAGEDIA VERA che non da giustizia sia ai VERI colpevoli che alle vittime

    Report

    Rispondi

  • blues188

    16 Giugno 2011 - 16:04

    Si è fatto veder piangere, ma non c'era una lacrima. La solita commedia napoletana..

    Report

    Rispondi

  • costy1957

    16 Giugno 2011 - 09:09

    bah!!! Si arrampicano sugli specchi....non penso che in Italia ci siano tutti sti mostri! Secondo me è da indagare sempre in famiglia...

    Report

    Rispondi

  • jerico

    15 Giugno 2011 - 16:04

    Questo rappresenta l'ennesimo caso ,candidato a restare irrisolto. Perchè gli investigatori ,oltre alle materie tecniche vere e proprie, nelle Università non studiano Psicologìa del comportamento, Fisiognomica ed altre materie analoghe?Perchè Salvatore Parolisi, durante la trasmissione ''Matrix'', ha detto :''Non voglio dare la soddisfazione di vedermi piangere?'',cosa sà di preciso e non vuole dire? Un pò come nella vicenda di Sarah Scazzi , perchè la signora Concetta, all'indomani del ritrovamento di Sarah ,ha detto :''cercate in famiglia'' ,E' vero che la soldatessa Laura Titta è nel giro camorristico?C'entra una questione di droga , oppure tra le soldatesse ,allieve di Parolisi c'è qualche donna che è la compagna di qualche camorrista ,e Salvatore ha avuto l'impudenza di importunarla, e l'interessato si è vendicato,uccidendogli la moglie? Signori inquirenti, queste domande ve le siete poste ? Sveglia !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog