Cerca

Rom rubarono gioielli di Evita bottino ritrovato a Milano

Nel dicembre 2009 il furto in gioielleria di Valencia. Indagini incrociate tra Italia e Spagna hanno portato ad arresto gruppo

Rom rubarono gioielli di Evita bottino ritrovato a Milano
Erano riusciti ad impossessarsi dei gioielli di Evita Peron attraverso una rapina, trasformata poi in una truffa a un famoso negozio di Valencia, il Joyas Sofia. Dieci milioni di euro, il valore del bottino che è stato ritrovato a Milano, nella stanza di hotel, un anno e mezzo dopo ancora nelle mani del gruppo di nomadi di etnia rom, autore del furto. 

L'operazione è stata compuiuta dai
Carabinieri del Nucleo Investigativo di Milano, grazie alla stretta collaborazione con la Policia Nacional spagnola. Le indagini hanno consentito di identificare i 7 autori del delitto di cui uno (rom-serbo del 1971) è stato catturato, a seguito di un mandato di arresto europeo emesso dall'autorità giudiziaria spagnola, nel maggio del 2010 dai militari del Nucleo Investigativo di Milano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beylerbey

    23 Giugno 2011 - 17:05

    Vivono in Italia, vengono "sponsorizzati" regolarmente e regolarmente ricevono quattrini dallo stato. Però delinquono ma Niki "orecchino d'oro" dice che va bene così, che li dobbiamo accettare e cercare di favorire il loro inserimento nella società civile. Ma non c'è peggior sordo di colui che non vuole intendere. Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • campcl

    22 Giugno 2011 - 21:09

    Ma chi li protegge? E che cosa c'è sottoi? Qualcuno deve pur rispondere!! Delinquano, non producono e ci costano, cari politici tirate fuori la verità??

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    22 Giugno 2011 - 15:03

    Per i ROM,l'unica sistemazione possibile sono i campi di lavori forzati a vita !

    Report

    Rispondi

blog