Cerca

La lettera: "Ma che tristezza quei politici spettegolanti..."

Rita Muscardin scrive a Belpietro: "Sulle intercettazioni nulla da aggiungere. Però emerge l'abitudine di parlarsi alle spalle"

La lettera: "Ma che tristezza quei politici spettegolanti..."
Caro direttore, sulle intercettazioni è inutile ribadire come tale strumento venga spesso utilizzato in modo del tutto arbitrario e spregiudicato per colpire sempre quella certa parte politica. Se a farne le spese fosse stato un qualsiasi governo di sinistra, si sarebbe gridato al complotto, ai poteri forti che vogliono rovesciare il sistema democraticamente, alla ormai consolidata macchina del fango, ma siccome si tratta di un esecutivo di centro destra e, soprattutto, di Berlusconi, allora tutto è concesso. Al di là di questo, però emerge anche una abitudine non molto edificante di spettegolare e parlare male alle spalle degli altri. Così vengono resi pubblici contenuti di conversazioni ritenute private e segrete con commenti al vetriolo su colleghi e personaggi di spicco. È la solita commedia umana poco dignitosa che viene interpretata anche da chi, visto il posto che occupa, dovrebbe mantenere una condotta più seria.

di Rita Muscardin

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    25 Giugno 2011 - 17:05

    Anche se metti l'insalata intorno,con lo scopo di intorpidire le acque ,Leoluca Orlando resta un pregiudicato,proprio come Boffo.Quindi deduco che il metodo Boffo ,è mettere a conoscenza il lettore che esistono pregiudicati come Leoluca Orlando che predicano bene e razzolano male.Fuori il pregiudicato Orlando dalla politica.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    25 Giugno 2011 - 10:10

    "Nel 1996 viene indagato per corruzione....La vicenda per Leoluca Orlando non avrà alcun seguito giudiziario. Nel 2005 è stato condannato, con sentenza definitiva, per diffamazione...". "Ha ricevuto a San Pietroburgo il Premio Pushkin 2001 per il suo impegno nel rendere Palermo "centro mondiale di cultura teatrale", e il 18 settembre 2008, a Colonia, il Premio Konrad Adenauer 2008". E, comunque, ti sfugge una piccola differenza: non sta in combutta con ministri, non scrive per i direttori RAi, non ha come invece sembrerebbe per Bisignani, un ufficio a Palazzo Chigi etutto quello che sta uscendo dalle intercettazioni: e siamo aolo all'inizio! Chissà perché Burlesque è terrorizzato

    Report

    Rispondi

  • sempresi

    25 Giugno 2011 - 08:08

    E' diventato uno schifo. Troppi banner pubblicitari, appena si muove il mouse spunta pubblicità da tutte le parti e non si possono leggere gli articoli. DATEVI UNA CALMATA perchè il rovescio è che NON MI COLLEGHERO' POIU' PER LEGGERVI. COME CREDO FARANNO TANTI ALTRI.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    24 Giugno 2011 - 14:02

    Allora ditelo che un pregiudicato non si deve avvicinare,nemmeno per lavoro ad un ministro,così mandiamo a casa Leoluca Orlando.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog