Cerca

Napoli affoga tra i rifiuti, Giggino canta con Luxuria

Mentre la città annega nella monnezza, De Magistris va al Gay Pride e dimentica i guai. Prima aveva scoperto il segreto di Pulcinella: "Dietro ai roghi c'è la camorra". La Lega: "Non una goccia di sudore dei lombardi per colmare la loro negligenza"

Napoli affoga tra i rifiuti, Giggino canta con Luxuria
"Non una goccia di sudore della fronte della nostra gente dovrà andare a colmare la negligenza dei napoletani. Finiamola di dire che il problema dei rifiuti napoletani è un problema di tutti: non è certamente colpa della Lombardia se Napoli è sistematicamente alle prese con l'emergenza rifiuti". A rilanciare la polemica sugli aiuti del Nord alla Napoli sommersa dalla monnezza è il presidente del Consiglio della Regione Lombardia, il leghista Davide Boni, in linea con quanto detto venerdì dal ministro Calderoli. E il governatore del Veneto Luca Zaia ribadisce: "I rifiuti di Napoli non li vogliamo, ma siamo disposti ad offrire know-how e tecnici disposti a dare una mano per impostare una raccolta differenziata". Insomma, discariche, inceneritori e raccolta porta a porta sono un problema napoletano e non lo si può affrontare altrove. D'altronde, ricorda Boni, la neo amministrazione partenopea aveva garantito di risolvere il problema entro cinque giorni dal suo insediamento, non di battere cassa presso il Governo. Pertanto, faccia come tutte le altre amministrazioni locali e si metta raccogliere e smaltire i propri rifiuti".

Di nuovo pm
- Di fronte al no della Lega a trasformare i rifiuti partenopei in rifiuti speciali (e come tali, da smaltire con priorità alta anche nelle altre regioni), il sindaco Luigi De Magistris reagisce da par suo. Prima rimettendosi i panni del pm e rivelando: "La camorra ostacola la nostra rivoluzione ambientale". Per il sindaco togato, c'è una regia crimiale che ostacola l'incremento della differenziata e appalti puliti. Il business è enorme e "per questo c'è qualcuno che ci vuole ostacolare". Chi? "Sarà la magistratura ad accertarlo". La seconda mossa è stata quella di... dimenticare i problemi. A metà pomeriggio, Giggino si è unito al corteo del Gay pride cantando e intonando slogan per le vie della città in compagnia, tra gli altr, di Vladimir Luxuria.

Il Consiglio dei Ministri -
"L'unica speranza è che il Consiglio dei ministri sia convocato il prima possibile. Napoli sta vivendo una situazione drammatica e non può attendere ancora", aveva aggiunto il sindaco in precedenza il sindaco che, dopo il bluff della città pulita in cinque giorni, rilancia la palla sulla risoluzione dell'emergenza  al governo. Per Napoli, sul tavolo del CdM c'è da tempo, infatti, un decreto sblocca flussi, che permetterebbe ai rifiuti di essere trasferiti - attraverso un cartellino di 'rifiuti speciali'  - in altre regioni. Un escamotage questo che trova la ferma opposizione della Lega, che ancora venerdì attraverso il ministro Calderoli ha fatto intendere che sulla questione sarà battaglia.

L'inchiesta della Procura - 
  La Procura di Napoli ha aperto un fascicolo per "epidemia colposa" riguardo ai pericoli sanitari legati alla mancata raccolta dei rifuti. Anche in questo caso non sarbbero stati presi provvedimenti adeguati a fronteggiare l'aumento di disturbi connessi con la permanenza dell'immondizia nelle strade. Il pm titolare del fascicolo è Francesco Curcio, lo stesso che nei mesi scorsi ha chiesto il rinvio a giudizio di numerosi amministratori e funzionari pubblici per l'emergenza a cavallo tra 2007 e 2008, a conclusione della prima inchiesta aperta dalla procura su questo fronte. Le nuove indagini sono alle prime battute e non sono ancora stati nominati consulenti.

I roghi notturni - Una quarantina di interventi, in 14 ore, sono stati compiuti dai vigili del fuoco tra Napoli e provincia per spegnere le fiamme appiccate ai cumuli di spazzatura giacenti nelle strade. Oltre 30 sono stati eseguiti nel corso della notte, sette-otto nella mattinata, a partire dalle 8 fino alle 10.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tigrin della sassetta

    27 Giugno 2011 - 18:06

    Sono negato non solo al poker ma a tutti i giochi, dal rubamazzo al bridge, e per giunta abituato a comandare a bacchetta e a non fare alcuna autocritica (perché dovrei se do del farabutto bugiardo ad un bugiardo farabutto, mentre lo stesso lercione proprio non ci pensa pur mistificando a tutto spiano e sbrodolando professorale – oh, quanto insegna! – ciarpame?): aggiungici la cocciuta crapa ingegner.mattonara con relativo comprendonio ritardatario e quindi niente astuzie da tavolo verde. La questione dell’assoluzione del cacciaballe nemmeno si pone: trattandosi di kompagnonzo e per di più Bucolofilo fervente, l’ineffabile giudiciume lo proscioglierebbe in istruttoria da qualsiasi reato, ivi compresi il cannibalismo di bimbi rapiti e la zoorastia con polpi disabili non consenzienti. Guarda però che non c’è soltanto la ballaccia del liceo! Te ne scelgo una delle più sapide, certificata il 26/11/2010 alle 16.57: l’esploratore-antropologo Giuseppe Balsamo che bazzica “savana, jungla birmana o Amazzonia” ma ha tanto di profilo su “Facebbok” (è una costante). Cordialità con due “b”. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

  • giggino1977

    27 Giugno 2011 - 14:02

    14 | Postato da zucchetto | 26/06/2011 alle 19.25 Concordo col post di zucchetto.

    Report

    Rispondi

  • ginomari

    27 Giugno 2011 - 12:12

    1-I Campani devono imparare a gestire la produzione, la raccolta e la destinazione dei "loro rifiuti", come fanno più o meno tutti i Comuni d'Italia. 2- I Campani devono ribellarsi a questo stato di cose e di stallo che si protrae da troppi anni, ci vuole coraggio e un pò di virtù civica (i divani, le poltrone ecc.ecc. non serve gettarli in mezzo alla strada) 3- I napoletani devono evitare di diventare dei "parassiti" continuando a nascondersi dietro alla parolina magica "LA CAMORRA". 4- In sintesi: Gente di buona volontà riappropriatevi della cosa pubblica, cioè della Vostra Povera Napoli !!!!

    Report

    Rispondi

  • giggino1977

    27 Giugno 2011 - 11:11

    Mi hanno segato il messaggio su demagistunz... Sarò sintetico perchè libero fa brutti scherzi. Che dire ? Per me demagistrunz dovrebbe dimettersi immediatamente, è veramente vergognoso che in una situazione del genere il neo sindaco abbia la faccia tosta di andare a festeggiare invece di prendere scopa e paletta. Io spero che li aiutano per l'ultima volta perchè mi dispiace per il 40% della popolazione che non ha votato quel guappo di cartone pagliaccio e bugiardo. Il 60% dei napoletani dovrebbe fare testa e muro per quello che hanno combinato. Dopodichè spero facciano un qualcosa di serio concretoe definitivo per questa situazione, portare a passeggio per l'Italia la munnezza non è una soluzione adeguata. Saluti... Libero non mi segare, grazie.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog