Cerca

Lampedusa, a fuoco il Centro

Scontri e feriti

Lampedusa, a fuoco il Centro
Brucia il centro di accoglienza di Lampedusa. A provocare il vasto incendio, con fiamme alte oltre dieci metri, sono stati alcuni clandestini ospiti della struttura. Un centinaio di tunisini ha prima cercato senza riuscirci di sfondare dall'interno i cancelli della struttura, quindi ha ammassato materassi, cuscini e carta straccia appiccando le fiamme, che hanno già interamente distrutto una palazzina del Centro di identificazione ed espulsione. Le operazione di spegnimento del rogo sono rese difficili, oltre che dal forte vento, anche dai pochi mezzi a disposizione, che oltretutto non possono raggiungere il Centro a causa della stretta via d'accesso. Durante le operazioni di spegnimento dell'incendio uno dei pompieri è rimasto intossicato ed è stato portato al poliambulatorio dell'isola. I vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale di Lampedusa, impegnati nello spegnimento dell'incendio, sono complessivamente 40. Intanto un gruppo di immigrati è stato sistemato nei pressi della recinzione perimetrale, lontano dalle fiamme, un altro è stato invece spostato verso la collina che sovrasta il Cie.
Scontri con la polizia - Intanto sull'isola la tensione è alta, a causa dei violenti scontri scoppiati tra un gruppo di immigrati e le forze dell'ordine, costrette a chiedere rinforzi e a utilizzare gas lacrimogeni. Diversi i feriti, sia tra la polizia sia tra gli extracomunitari. Gli scontri sono scoppiati dopo che martedì scorso 300 tunisini hanno cominciato lo sciopero della fame per protesta contro il trasferimento di 107 loro connazionali a Roma, in vista del rimpatrio coatto. Nella struttura, trasformata dal Viminale da Centro di prima accoglienza e soccorso a Centro di identificazione ed espulsione, si trovano in questo momento 863 immigrati, in gran parte tunisini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ercole.bravi

    19 Febbraio 2009 - 08:08

    un film degli anni settanta, che trovo particolarmente bello, per tanti motivi, Brubaker, parlava di carcerati che "pagavano" anche con i lavori forzati. Bene questi degni soggetti, prima di espellerli, mettiamoli a lavorare e con il materiale e le indicazioni, ricostruiscano ciò che hanno distrutto. Volevano trovare lavoro da noi, lo avranno, pagato con vitto e alloggio, dopodichè, un calcio e fuori. Di teppisti e nervosi in italia ne abbiamo da esportarne, quindi è merce che non interessa.blimp

    Report

    Rispondi

  • idomeneo41alice.it

    18 Febbraio 2009 - 21:09

    Qualcuno dei Radicalcomunistlacrimosi è mai stato a vedere le condizioni in cui vivono nei loro paesi,dove i morti per le strade a volte restano giorni senza che nessuno se ne curi,A Lampedusa sono a tetto,rifocillati,curati,vestiti e danno fuoco al tutto.Smettiamola di piangerci addosso.Possono dormire all'aperto,oppure mandiamoli tutti a casa della Turci,così non romperanno più.Ministro Maroni,li carichi sopra una nave da diporto e li riporti dal Colonnello una volta per tutte.diamine.Che palle.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    18 Febbraio 2009 - 17:05

    Hanno bruciato il centro?E allora visto che a loro piace scherzare col fuoco,che dormano all'aperto,o dobbiamo ricostruirlo più bello di prima?

    Report

    Rispondi

  • LuciaRosi

    18 Febbraio 2009 - 17:05

    Forse il sindaco di Lampedusa sarà contento ora! Caro Ministro, finché starà ad ascoltare le farneticazioni dei buonisti interessati, dell'opposizione,che, inesistente( non ha ancora capito che sarebbe opportuno si leccasse le ferite e si domandasse il motivo per cui il suo consenso è quasi zero!),dell'europa ( che vuole che il problema resti solo italiano!) delle associazioni che mangiano a quattro palmenti mimetizzati nell'umanitarismo e se continuerà a mandare la marina a prendere i clandestini in mezzo al mare, perderà il consenso dei suoi elettori, perché otterrà solo di ingigantire il problema. Non cerchi di convincere i suoi oppositori politici, perché così farà solo il loro gioco,darà loro visibilità e così potranno sbandierare che i suoi erano solo proclami!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog