Cerca

Intercettazioni, Anm insorge: "La priorità non è una legge"

Inchiesta P4, Palamara: "E' singolare che la politica si preoccupi di una legge sulle intercettazioni, evece che dei contenuti"

Intercettazioni, Anm insorge: "La priorità non è una legge"
E la risposta delle toghe sulle intercettazioni, all'indomani dell'annuncio di Frattini: "una legge entro agosto", non tarda ad arrivare.  "Dobbiamo ribadire il no alla strumentalizzazione da parte di taluni esponenti della politica" ha tuonato l'Anm (Associazione nazionale magistrati) che reputa "inaccettabile che il tema più rilevante" intorno all'inchiesta napoletana sulla P4 "diventi nuovamente quello delle intercettazioni". Il sindacato delle toghe, riunito per decidere sul caso di Alfonso Papa, tramite il suo presidente Luca Palamara e il segretario Giuseppe Cascini si propone per discutere sul capitolo intercettazioni e soprattutto, per dirla con Palamara, "sulla necessità di regolare meglio la diffusione delle intercettazioni non rilevanti" a patto che non ci siano più strumentalizzazioni sul tema.

Le intercettazioni - "E' davvero singolare che anzichè occuparsi dei contenuti" dell'indagine della procura di Napoli sulla presunta P4 "la politica si preoccupi di modificare la disciplina delle intercettazioni", ha detto ancora Palamara. I magistrati si dicono "favorevoli - ha spiegato Giuseppe Cascini, segretario dell'Anm - ad un intervento che regoli le modalità di diffusione di intercettazioni non rilevanti".  E però, ritengono "in contrasto con il diritto di informazione qualunque intervento che limiti la libertà di stampa".

Maurizio Paniz - Le intercettazioni sono "un indispensabile strumento investigativo ma aver consentito la diffusione del loro contenuto, vieppiù se totalmente privo di rilevanza penale‚ è indegno per un paese civile e merita una ricerca, senza se e senza ma, dei colpevoli di tale esecrabile comportamento, quale sia il loro livello istituzionale: su questa strada sarebbe bene si mettessero anche il dr. Palamara e il dr. Cascini". È quanto ha affermato Maurizio Paniz, membro della Consulta Giustizia del Pdl e capogruppo Pdl della Giunta per le autorizzazioni a procedere.

Il caso Alfredo Papa -
Il Comitato direttivo centrale dell'Anm ha deciso quasi unanimemente che sulla vicenda di Alfredo Papa, l'ex magistrato sul quale pende una richiesta d'arresto da parte del giudice di Napoli, interverrà il collegio dei probiviri. In particolare, la decisione di deferire Papa ai probiviri, che dovranno valutare sulla sua compatibilità, ha registrato due astensioni tra le quali quella di Francesco Greco, essendo il titolare dell'inchiesta sulla P4.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tigrin della sassetta

    27 Giugno 2011 - 18:06

    del “male non fare, paura non avere” indicarmi i reati o almeno le colpe moralmente riprovevoli che hanno portato sulla stampa l’interlocutore telefonico di Bisignani con il pancreas azzannato dal tumore? I gentiluomini del “a me non interessa se vengo intercettato perché sono bravebbuono e le intercettazioni riguardano solo i marci” (in realtà è dalla propria assoluta nullità che si sentono tutelati), capiranno che veder sciorinato in piazza il proprio carcinoma è questione di culo/sfiga? E coloro che non solo non provano alcuna vergogna per la conoscenza di un ufficiale della GdF, di P.S. o C.C. ma anche di un commercialista o avvocato di grido e addirittura ne hanno un certo piccolo orgoglio, si rendono conto che le loro minute faccende di salute, quattrini, corna, lavoro, potrebbero finire nella sciabica semplicemente perché l’ufficiale o il professionista in questione è sospettato di aver allargato la bocca con un XYZ che i nostri integerrimi (magari per oggettiva impossibilità di essere altro) manco hanno mai sentito nominare? A me sembra evidente ma forse si tratta - come sostiene cotica chicchinella – di berlusconismo inconscio. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

  • parigiocara

    27 Giugno 2011 - 14:02

    condivido al 100% i vostri commenti; perché non li facciamo pubblicare ripetutamente sui blogs, alla maniera di Vittorio Sgarbi ???

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    27 Giugno 2011 - 12:12

    Benvenuto,amico mio.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    27 Giugno 2011 - 12:12

    Dato che non può dimostrarlo nemmeno un caso come quello di Tortora,spiegami come si fà a dimostrare il dolo.Come vedi sono intoccabili e impuniti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog