Cerca

La Campania processa Napoli. "Voi siete i soliti Pulcinella"

De Luca, sindaco Salerno: "Con che coraggio chiedono aiuto a Regioni?". Per De Magistris emergenza non c'è. Bersani contro il Cav

La Campania processa Napoli. "Voi siete i soliti Pulcinella"
Nel giorno dell'interrogatorio a Stefano Caldoro, il presidente della Regione sul cui capo pende un'inchiesta per epidemia colposa, la Campania processa Napoli. Contro il "pulcinellismo  della classe dirigente di Napoli e della Campania" si è scagliato anche Vincenzo De Luca, il sindaco Pd di Salerno. "Con quale coraggio, dopo il disastro compiuto, si chiede aiuto alle altre regioni? Occorre recuperare il principio di responsabilità - prosegue -, altrimenti le reazioni alle quali assistiamo sono pienamente giustificate. A fronte della dichiarazione dello stato di emergenza, che è un provvedimento da varare ad horas, deve essere prevista la decadenza per i responsabili istituzionali inadempienti, e cioè il presidente della Regione, i presidenti delle Province ed i sindaci che non attivano la raccolta differenziata. Solo in questo modo si può provare a ritrovare un minimo di credibilità agli occhi dell’Italia e del mondo intero. Qualunque altra decisione presa oggi in maniera compassionevole si trasformerà in una minaccia penalizzante per i Comuni virtuosi, che stanno subendo un danno di immagine, dopo avere visto sottrarsi drammaticamente risorse fondamentali per la raccolta differenziata".

Appello alla Lega - "Nelle attuali condizioni il decreto che potrebbe sbloccare l’emergenza-rifiuti a Napoli e in Campania va immediatamente approvato - ha proseguito De Luca -. Rivolgo un appello alla Lega, al suo senso di responsabilità istituzionale. Tuteliamo la salute dei cittadini e, soprattutto, dei bambini di Napoli e della Campania. Non è più tollerabile assistere inerti al degenerare di una tragedia annunciata". Il sindaco di Salerno ha poi aggiunto come sia "un paradosso cercare nuovi siti per risolvere la crisi dei rifiuti quando c'è una legge che prevede la possibilità di utilizzare le cave dismesse o abbandonate".

Per Gigi l'emergenza non c'è - Ma per Luigi De Magistris, nonostante le accuse che arrivano anche da sinistra, lo stato d'emergenza non c'è. "Sono assolutamente contrario alla dichiarazione di uno stato di emergenza - ha spiegato -. Non serve perché è quello che ci ha consegnato una città con la spazzatura. Dobbiamo risolvere il problema con l'ordinarietà, con le leggi attuali". Dopo il sindaco di Napoli, dell'emergenza rifiuti ha parlato anche il segretario del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani, che riesce soltanto a tirare in ballo il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi: "Se il governo non è in grado di risolvere l'emergenza rifiuti - attacca Bersani - deve andarsene a casa. E' una vergogna che non scatti la solidarietà quando a subire questi disagi ci sono anche dei bambini. E' una vera e propria barbarie".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gastone Casali

    06 Luglio 2011 - 08:08

    Forse Bersani sta dimenticando che Bassolino e la voce bianca Iervolino sono della sua parrocchia e,non deve di continuo incolpare Berlusconi per la "monnezza" napoletana., dato che l'hanno "procurata" loro e,bene fanno quelle Regioni che non vogliono quei rifiuti. Classifica peggior politico:Scalfaro,Bersani,Mastella,Napolitano,La Russa,Fini e,per finire, un bel Bocchino.

    Report

    Rispondi

  • paolo956

    02 Luglio 2011 - 13:01

    Be io mi sento d'andare controcorrente, in fondo non è colpa dei napoletani se hanno quello che hanno, sindaco e monnezza, almeno non è colpa di tutti i napoletani una buona parte non l'ha votato...quindi se al nord si è piu pronti e preparati a far fronte ad emergenze di queste dimensioni mi sembra giusto gli si possa dare anche una mano...piantiamola con tutta questa denagogia del nord e del sud...siamo entrati da piu di 10 anni nel 2000 ma a me sembra d'essere rimasto alle guerre puniche...una legge di natura dice che il piu' forte aiuta il piu debole, non solo lo mangia...quindi mettiamo in pratica queste basi di intelligenza, impariamo anche in questo caso a volerci bene senza ostacoli alcuni, se possiamo dare una mano la diamo senza tanti se o ma....

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    30 Giugno 2011 - 20:08

    non si puo' nemmeno odiare...solamente compiangere per quanto e' patetico...mi fa una gran pena...credo sia (dopo franceschini) il segretario piu' ridicolo, meno cagato, piu' ignorato da chiunque (alleati compresi ) che la sinistra abbia mai avuto..... poverino...

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    30 Giugno 2011 - 20:08

    beh', se per razzista intendete stufo di sopportare i furbetti, i mangiapaneatradimento, 'sti napoletani che sanno solo chiedere, piagne' e fotte come si dice, sempre solo capaci di chiedere aiuto e di avere tutta la pappa scodellata beh'....mi aggrego al club dei razzisti...volentieri !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog