Cerca

Marcegaglia: "Macché corvo

Il governo faccia di più"

Marcegaglia: "Macché corvo
Emma Marcegaglia rimanda al mittente l'accusa di essere un "corvo" e risponde seccamente al ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola. "Non penso di essere un corvo, ma anzi una delle poche che ancora crede che a fine 2009 si possa vedere un po' di miglioramento in questo Paese. E noi spingiamo affinché si possa uscire da questa crisi prima possibile", ha dichiarato la presidente di Confindustria. La numero uno degli industriali, a margine dell'inaugurazione della Borsa internazionale del turismo, ha poi rivendicato la validità delle previsioni formulate dal centro di Confindustria, che definisce "autorevole e riconosciuto da tutti. Le nostre previsioni sono assolutamente in linea con quelle di altri istituti internazionali. Qui non si tratta di diffondere pessimismo, ma di fare le previsioni in base a come sono i dati attuali".
Poi lancia un monito al governo: "Si può fare sempre di più. Noi abbiamo fatto alcune proposte specifiche" - ha ribadito la Marcegaglia - sulle infrastrutture, sul Tfr, sul credito. Sugli ammortizzatori sociali abbiamo riconosciuto che un risultato positivo è stato fatto. Pensiamo che in un momento come questo il tema del debito sia essenziale e serva su alcuni temi specifici fare di più, come stanno facendo gli altri Paesi europei".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Indietrotutta

    20 Febbraio 2009 - 08:08

    è diventata pazza, osa criticare il Governo. Ma come si permette. Non ha capito che che Berlusconi è un dogma e chi lo critica è comunistizzato? Dopo Famiglia Cristiana e l'Avvenire anche Confindustria sta diventando comunista. C'è da preoccuparsi.

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    19 Febbraio 2009 - 14:02

    Dunqu, la signora Marcegaglia, dopo aver appoggiato apertamente il governo, e avere constatato che il suo mondo (industriale italiano) non riesce ad uscire con le sue gambe, senza farsi male veramente, piange alla porta del governo, chiedendo "aiutini" per arginare la crisi. Il solito ricatto legato ai licenziamenti, mi sembra che una delle aziende Marcegaglia a Lodi stia gia turnando il personale, che dovrebbe indurre Pantalone ad allargare i cordoni della borsa. Credo che se ci fossero realmente soldi, si dovrebbero aiutare gli artigiani, la piccola e media impresa, le attività che dal basso movimentano l'economia. Smettiamola con questi favori ai colossi dell'industria o presunti tali. La Fiat piange.....aiuti, la marcegaglia fa lo stesso....come finirà? Intanto le banche stanno strozzando letteralmente le imprese, chiudendo i cassetti con i soldi per non investire e/o incoraggiare chi ne avesse il coraggio. Un vero imprenditore, deve rischiare con il suo, non piangere miseria appena si alza la polvere della crisi. forza signora Marcegaglia si sforzi di trovare una scappatoioa, che non sia la chiusura e il blocco del tfr per un anno (non sono soldi suoi!!!). >Son certo che troverà qualcosa, altrimenti cambi mestiere.

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    19 Febbraio 2009 - 13:01

    Una volta tanto sono d'accordo con il presidente Emma Marcegaglia. Effettivamente il governo sta facendo poco per arginare la crisi economica. Qui in Italia discettiamo con paginate e paginate dei giornali dedicati ad argomenti frivoli, ma della crisi economica ci si occupa solo quando arrivano i dati dei vari Istituti internazionali. Invece il problema della terza settimana continua ad esistere e le aziende si trovano in difficoltà con ripercussione sull'occupazione. Occorre convocare gli STati Generali dell'economia, come ha proposto Montezemolo e poi il giverno dovrebbe tagliare la spesa pubblica, in primis le province e altri enti inutili simili. Va bene essere di centrodestra , ma l'ottimismo del ministro Scajola non lo comprendo, come, del resto, le frasi oscure del ministro Tremonti. Tutti adesso guardano ad Obama, io ero e resto per il candidato repubblicano, ma almeno cerchiamo di imitarlo nei provvedimenti, pur tenendo conto delle proporzioni tra Stati Uniti e Italia. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

  • occhio

    19 Febbraio 2009 - 12:12

    Ma che vuole questa comunista?

    Report

    Rispondi

blog