Cerca

Barbareschi, deputato abusivo: si fa la piscina senza permessi

L'onorevole del gruppo misto ha fatto costruire una 'vasca' nella villa a Filicudi senza autorizzazione del Comune

Barbareschi, deputato abusivo: si fa la piscina senza permessi
C'era un tempo in cui si reclamava "un posto al sole" per tutti, oggi è la volta di "una vasca", e costi quel che costi. Luca Barbareschi è indagato dalla procura della Barcellona Pozzo di Gotto (in provincia di Messina) per abusivismo edilizio: l'ex deputato futurista (ora al Gruppo Misto) avrebbe fatto costruire una piscina nella sua villa a Filicudi, nelle Eolie, in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico, senza averne l'autorizzazione, e ampliato parti dell'edificio. Le indagini sono coordinate dal pm Giorgio Nicola.

L'abuso - Barbareschi è proprietario di una villa di 200 metri quadrata a Filicudi, in uno dei punti panoramici della piccola isola che conta solo 250 abitanti ed è inserita nel patrimonio mondiale dell'Unesco. Nell'agosto scorso, i carabinieri accompagnati da tecnici del Comune di Lipari, dopo una ricognizione conclusero che la piscina di 40 metri quadri era abusiva. Uno dei locali poi sarebbe risultato circa tre metri quadri più grande rispetto al progetto. Barbareschi si è difeso affermando di aver ricavato la piscina da una cisterna presente nella villa dal 1964. Nonostante ciò, è stata emessa un'ordinanza di demolizione. Barbareschi ha presentato istanza alla soprintendenza di Messina che è stata accolta sanando l'abuso poichè la piscina sarebbe compatibile con il paesaggio. Adesso però arriva l'inchiesta della procura di Barcellona Pozzo di Gotto, paese natale inoltre dell'onorevole Domenico Scilipoti.

La prassi giudiziaria - Ad ogni modo, il deputato indagato avrà 20 giorni di tempo per chiarire la sua posizione sottoponendosi a un interrogatorio o presentando, in alternativa, memorie difensive a sua discolpa. Il magistrato inquirente, subito dopo, valuterà gli atti, anche alla luce della posizione espressa dall'indagato e deciderà se citarlo in giudizio o chiedere al gip l'archiviazione dell'intera inchiesta. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • docprozac

    01 Luglio 2011 - 17:05

    ecco il nostro predicatore di moralità che viene colto con le mani nel sacco come gli altri.certo il peccato è veniale ,ma per poter criticare gli altri bisogna avere altri comportamenti. sei un omarino come gli altri

    Report

    Rispondi

  • woody54

    01 Luglio 2011 - 13:01

    Imparare l'Italiano no?? Meno male che sei un emigrato, finalmente un coglione di meno in Italia

    Report

    Rispondi

  • Joe1957

    01 Luglio 2011 - 12:12

    per noi quello che conta è la legalità...... degli altri però.

    Report

    Rispondi

  • emigratoinfelix

    30 Giugno 2011 - 17:05

    ...accompagnati da quei magistrati che la politica faziosa la fanno dalle procure de dai tribunali,protetti dalla piu' totale impunita' garantita loro dalla casta di appartenenza

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog