Cerca

Ergastolo per Restivo. "Ha ucciso anche Elisa Claps"

Sentenza in Inghilterra per il caso Barnett: "Uccisa come Elisa. Mai fuori dal carcere"

Ergastolo per Restivo. "Ha ucciso anche Elisa Claps"
Il tribunale inglese di Winchester ha inflitto l’ergastolo a Danilo Restivo per l’omicidio di Heather Barnett, la sarta inglese assassinata nel 2002. E’ un "assassino freddo, depravato e calcolatore", che ha "ucciso Heather come ha fatto con Elisa", ha affermato il giudice Michael Bowes nel dare lettura della sentenza. Per questo, ha aggiunto, l’uomo che a Potenza è imputato anche per l'omicidio di Elisa Claps, "merita di stare in prigione per tutta la vita". 

Le analogie - "Non uscirai mai dal carcere", gli ha detto il giudice, che ha giudicato "inappropriata" una pena di 30 anni, poiché "in questo caso non esistono attenuanti. Il punto di partenza è la carcerazione a vita". Danilo Restivo sapeva che "i figli di Heather sarebbero rimasti devastati dalle sue azioni depravate", ha affermato il giudice. L'evidenza della sua colpevolezza è "schiacciante", ha insistito Bowes, che non ha mancato di sottolineare le analogie con il caso Claps: "Ha sistemato il corpo di Heather come fece con quello di Elisa. Le ha tagliato i capelli, proprio come Elisa", ha spiegato il giudice, precisando che "senza dubbio" parte del movente dell’omicidio fosse di natura sessuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • prodomoitalia

    01 Luglio 2011 - 11:11

    ..........quel maledetto rischierebbe d'uscire dopo breve tempo. Già visto con la Baraldini. Giudici inglesi non concedetegli alcun permesso !

    Report

    Rispondi

  • violita

    30 Giugno 2011 - 19:07

    Lo tenessero in Inghilterra a pagare per i suoi debiti. Qua rischiamo di vederlo fuori a fare altri danni.

    Report

    Rispondi

  • pilugi

    30 Giugno 2011 - 17:05

    Guai a mandarlo in Italia! Deve rimanere in Inghilterra assolutamente. Non ci si può fidare della nostra (In)giustizia italiana. A T T E N Z I O N E !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Roberto P.

    30 Giugno 2011 - 15:03

    Ho seguito i servizi televisivi dei programmi specializzati riguardanti il delitto Claps, e mi sono formato un'opinione precisa sul modo scandaloso in cui i magistrati che indagarono sul caso diciassette anni fa imbrogliarono la vicenda; mi auguro vivamente che la Procura di Potenza che indaga ora sul delitto si decida a investigare sulla loro condotta e sul comportamento indegno dei responsabili della Curia e del prete brasiliano che simulò il ritrovamento del corpo, dei miserabili uomini di chiesa che, anziché aiutare la ricerca di verità e giustizia, hanno pensato solo a insabbiare e nascondere le vergogne e i peccati dei sacerdoti coinvolti nel delitto. Quanto ai genitori di Restivo, ferocemente arroganti e prepotenti, hanno cercato di salvare il loro figlio dalla mostruosità che aveva commesso spedendolo in Gran Bretagna, credendo di potersi permettere tutto con i loro soldi, ma non hanno potuto salvarlo dalla mostruosità che c'è in lui, che è un assassino nato e ha ucciso ancora.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog