Cerca

Trimestre, giù disoccupazione Ma record per quella giovanile

Nei primi tre mesi del 2011 per la prima volta dal 2008 calano i senza lavoro: -5,2%. Tra 15-25 anni uno su tre è senza impiego

Trimestre, giù disoccupazione Ma record per quella giovanile
Le notizie sull'andamento della disoccupazione sono due, una buona e una cattiva.  La prima è che nel primo trimestre del 2011 - per la prima volta dal 2008 -, il numero dei disoccupati registra una riduzione su base tendenziale (-5,2%, pari a  un calo di 118mila unità). Una discesa che riguarda gli uomini quanto le donne, e che si concentra soprattutto nel Centro-Nord. C'è poi il tasso di disoccupazione che a maggio sale all'8,1%, con un aumento di 0,1 punti percentuali rispetto ad aprile (quando invece era pari all'8,0%), ma che risulta in calo su base annua di 0,5 punti percentuali (a maggio 2010 era pari a 8,6%).

La disoccupazione giovanile -
  Il tasso di disoccupazione nel primo trimestre del 2011 è invece sceso portandosi a quota 8,6% (era 9,1% nel primo trimestre 2010). Male invece l'occupazione giovanile. Il tasso di disoccupazione (15-24 anni) nel primo trimestre del 2011 sale a 29,6%, dal 28,8% dello stesso periodo del 2010, con un picco del 46,1% per le donne del Mezzogiorno. Lo comunica sempre l'Istat, aggiungendo che si tratta del tasso di disoccupazione giovanile più alto dall'inizio delle serie storiche omogenee, ovvero dal 2004, in base a confronti annui.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • migpao

    01 Luglio 2011 - 17:05

    Io conosco una montagna di 15enni disoccupati che è iscritta alle liste di collocamento di 16 anni, ed ha perso la fiducia in questo governo ladro, ora vota komunista. Conosco altrettanti 24enni che non possono nemmeno cercarlo il lavoro perchè stanno ancora facendo il primo anno di università, manco un esame si riesce a dare con questo schifo di università berlusconiana. Ma il berlusca è troppo impegnato a bunga-bungare e non riesce a vedere quello che gli sta sotto al naso (oltre la gnocca): creare lavoro per i giovani E' FACILISSIMO, basta copiare Kim Jong-il (o il suo papi Kim II-sung, non ricordo) che, per rilanciare l'economia e l'occupazione ha chiuso tutte le scuole per 10 anni ed ha mandato tutti a zappare la terra. Niente trattori (il gasolio costa), solo zappa.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    01 Luglio 2011 - 11:11

    Chissà che Italia è, secondo lui, quella dei disoccupati. Per i precari non c'è dubbio: la peggiore! Se qualcuno aveva dubbi su chi sgoverna 'sta gente, adesso è chiaro: contro l'Italia!

    Report

    Rispondi

blog