Cerca

Tar annulla decisione Viminale: "Spatuzza abbia la protezione"

Il tribunale del Lazio ammette il pentito al programma di protezione che gli era stato negato lo scorso anno dalla Commissione

Tar annulla decisione Viminale: "Spatuzza abbia la protezione"
Il Tar ha ribaltato la decisione del Viminale:  Spatuzza sarà ammesso al programma di protezione. I giudici della prima sezione  del Tar Lazio, infatti, hanno annullato la decisione della Commissione pentiti del Viminale che, l'anno scorso, ha rifiutato l'ammissione al programma di protezione al collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza. "Aspettiamo di leggere le motivazioni del provvedimento", ha commentato il legale del pentito Valeria Massei.

Il Viminale -  Nel giugno 2010, con una decisione giudicata "senza precedenti" dai pm di Caltanissetta e di Palermo, la Commissione Centrale del Viminale ha stabilito che Spatuzza non poteva essere ammesso al programma di protezione, essendo decorso il limite di 180 giorni entro cui un pentito è tenuto a riferire di fatti gravi di cui è a conoscenza. La proposta di protezione era stata avanzata contestualmente dalle procure di Firenze, Caltanissetta e Palermo che indagano sulla strage di via d'Amelio e sulle bombe del '92 e '93.  Per Spatuzza, la Commissione aveva comunque confermato "le ordinarie misure di protezione ritenute adeguate al livello specifico di rischio segnalato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    01 Luglio 2011 - 12:12

    al Consiglio di Stato,con procedura d'urgenza.

    Report

    Rispondi

  • prodomoitalia

    01 Luglio 2011 - 11:11

    .......Spatuzza dovrebbe stare 2 metri sotto terra già da un bel pezzo. Altro che scorta !

    Report

    Rispondi

blog