Cerca

Omicidio Rea, parla Ludovica "Salvatore non ha ucciso"

L'amante di Parolisi: "Sarei io il movente? Assurdo, sono solo una delle tante". Intanto, gip respinge richiesta di incidente probatorio

Omicidio Rea, parla Ludovica "Salvatore non ha ucciso"
Salvatore Parolisi "è innocente". C'è una voce, l'unica, che si libra per prendere le difese di Salvatore Parolisi. L'uomo che figura come unico indagato per il delitto di Melania Rea, la giovane mamma uccisa con una trentina di coltellate il18 aprile scorso a ripe di Civitella. Quella vocina, ora che anche la fiducia della famiglia Rea - da sempre accordata - comincia a vacillare, appartiene a Ludovica Perrone, la soldatessa con la quale il caporalmaggiore intratteneva una relazione extraconiugale. Ho sofferto molto - dice Ludovica - e comunque mi sono sentita presa in giro. Una persona può aver sbagliato e chi meglio di me può saperlo: lui ha sbagliato con lei e anche con me. Però questo non vuol dire che sia un assassino".  Intervistata a Quarto Grado - in onda venerdì sera su Rete 4 - ,  la giovane sembra confermare in un certo qual modo la versione del marito: fedifrago sì, ma innamorato pur sempre della moglie. Salvatore ha detto Ludovica "voleva bene" alla moglie. Intanto, il gip di Ascoli ha respinto l'istanza di incidente probatorio presentata dalla difesa di Parolisi.

Le minacce di una moglie tradita - Melania non avrebbe mai minacciato nè il marito nè l'amante. Ludovica infatti conferma di aver ricevuto due telefonate dalla donna: "Ho letto che lei mi avrebbe minacciato di rovinare la carriera a entrambi. Assolutamente e categoricamente smentisco che l'abbia fatto, sia nei miei confronti che nei confronti di Salvatore. Primo perchè i problemi erano altri, poi perchè non aveva prove poichè la relazione fra me e Salvatore è cominciata dopo i tre mesi in cui ero sua allieva e non prima".

L'approccio di Parolisi -
  La soldatessa, che ha frequentato il 235/o Rav Piceno dove Parolisi è istruttore, rivela anche che il caporalmaggiore non le si propose "con le scuse che aveva problemi nel matrimonio. Anzi, ha sempre parlato bene di Melania, dicendo che lei era innamoratissima di lui e che lui le voleva bene". Quando poi, "nel secondo anno della nostra relazione, mi disse che si era deciso ad avere una relazione stabile con me, mi chiese del tempo dato che non voleva farla soffrire".

Salvatore non è un uomo violento -
"Mi ha preso in giro - aggiunge nell'intervista - perchè quelle promesse non erano vere, ma sono certa che non è stato lui. Salvatore è innocente, potete chiederlo a chiunque lo conosca, non è una persona violenta, non ha mai avuto uno scatto d'ira". Anche quando Salvatore "magari era più esasperato, quando aveva deciso di separarsi, non mi ha mai parlato male di lei e diceva che comunque se lei soffriva era solo colpa sua, di lui".

Io il movente? - "E  poi, questa storia che sarei io il movente è assurda. Ero solo una delle tante di una lunga lista: uno dei tanti tradimenti non può essere il movente" di un delitto, è la conclusione di Ludovica.

L'incidente probatorio -
  Il gip di Ascoli ha rigettato la richiesta di incidente probatorio presentata dai legali di Salvatore Paolisi. Secondo il pm la richiesta era "inammissibile e infondata". Per il gip sono stati già disposti e stanno per essere conclusi una serie di atti irripetibili come l'autopsia dei quali Parolisi è sempre stato informato e ha sempre avuto la possibilità di partecipare con i consulenti di parte. "Tutti questi esami - spiega Gionni - sono sempre stati fatti nel rispetto del contraddittorio e sono utilizzabili durante il dibattimento".


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    01 Luglio 2011 - 17:05

    ma non aveva detto che il Parolisi,doveva fidanzarsi ufficialmente con lei e si dovevano vedere a Napoli? Dopo le baggianate e contraddizioni del caporale,ora dobbiamo sorbirci le sue? mi spiace non avere visto questa seduttrice,forse meno bella di Melania,nella trasmissione Quarto grado.Per caso pure lei piangeva senza lacrime?

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    01 Luglio 2011 - 15:03

    Se le Caserme italiane sonno gestite come quella dove era in forza Parolisi, mi viene solo da tremate per come sono ridotte le nostre speranze di difesa che,per mantenerle, ci costano un occhio della testa. Ma è mai possibile che a gestire delle ragazze soldato, come istruttori, ci mettono degli stalloni da circo equerstre ?

    Report

    Rispondi

blog