Cerca

Sindaci, lacrime di coccodrilo: tutti tifavano per i violenti

C'è chi avrebbe dovuto pensarci 2 volte prima di soffiare sul fuoco della causa anti-Tav. Anche il corteo 'pacifico' cavalca il caos

Sindaci, lacrime di coccodrilo:  tutti tifavano per i violenti
I sindaci dei Comuni interessati dal passaggio della Tav oggi piangono lacrime di coccodrillo. "Non siamo in grado di gestire la protesta", dicono, dopo gli scontri di ieri (domenica) fra i manifestanti e le forze dell'ordine che hanno causato centinaia di feriti. Avrebbero dovuto pensarci prima di soffiare sul fuoco della rivolta, invece hanno messo la loro causa a disposizione di chiunque: dei ciarlatani alla Beppe Grillo e dei facinorosi muniti di maschere antigas e pietre.

Li ho visti ieri, ero assieme a loro tra i boschi quando i giovanotti con le bandiere anarchiche estraevano dagli zaini l'attrezzatura da guerra e infilavano sassi nelle tasche. Purtroppo, ho visto anche gli altri manifestanti, quelli cosiddetti "pacifici", tifare per i bastonatori con il volto coperto e insultare la polizia. Ho seguito i violenti e ho visto con i miei occhi uno degli organizzatori del corteo, uno di quelli che indirizzava la folla, indicare la strada da seguire per giungere al bosco. E nel bosco non c'era altra possibilità che lo scontro con la polizia. Non ci vengano a dire oggi che i violenti erano una minoranza separata e aliena. Che i sindaci non sanno come gestire il caos. Ormai hanno scatenato la guerra e quello che abbiamo contemplato con schifo ieri è solo l'inizio.

di Francesco Borgonovo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    17 Ottobre 2011 - 13:01

    si credevano che potevano andare e spaccare tutto come hanno sempre fatto e i magistrati li avrebbero rilasciati subito e la sinistra li avrebbe ringraziati: dovevano dirlo prima che li avrebbero traditi, cosi' magari avrebbero usato precauzioni e spaccare meno o magari se ne stavano a casa tranquilli. Non si fa cosi!!!! i patti erano chiari , no? loro spaccano e la sinistra e i magistrati li applaudivano. perche' adesso no?

    Report

    Rispondi

  • sorjova

    04 Luglio 2011 - 18:06

    Certa gente pur di difendere le loro ville ,sono anni che vergognosamente protestano e hanno sempre sfiorato di creare incidenti.NON SONO PACIFISTI perchè se lo fossero stati si sarebbero posti fra la Polizia e i delinquenti impedendo a quest'ultimi di fare danni e di impossessarsi della manifestazione-La verità che anche loro come a Napoli speravano nel morto per bloccare tutto e sparare sul Governo-La Polizia deve cercare i sobillatori e denunciarli

    Report

    Rispondi

  • GloriaCinti

    04 Luglio 2011 - 14:02

    paciFINTI vigliacchi

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    04 Luglio 2011 - 14:02

    meglio perderla che mantenerla...

    Report

    Rispondi

blog