Cerca

Sicurezza, Maroni ci riprova: "Sì a ordinanze dei sindaci"

Dopo lo stop della Consulta ai sindaci-sceriffi, il ministro pensa a una nuova proposta di legge: "L'esperienza era positiva"

Sicurezza, Maroni ci riprova: "Sì a ordinanze dei sindaci"
Più potere ai sindaci in materia di sicurezza. E' la proposta del ministro degli Interni Roberto Maroni, che da Gardone Riviera annuncia: "Stiamo elaborando una proposta di legge per reintrodurre il potere d'ordinanza dei sindaci in materia di sicurezza nelle forme, nei limiti e nella cornice individuati dalla Corte Costituzionale". L'iniziativa legislativa, che, annuncia Maroni, "sarà portata al Consiglio dei ministri entro la fine di luglio", punta a reintrodurre una normativa bocciata, quella soprannominata dei 'sindaci-sceriffi', bocciata dalla Consulta lo scorso aprile.

Oltre i cavilli - "Il potere d'ordinanza previsto dall'articolo 54 del testo unico - spiega il ministro - consentiva ai sindaci di emanare delle ordinanze anche non contingibili e urgenti per ordinare meglio la vita delle comunità da loro amministrate". Un passaggio cassato dalla Corte Costituzionale, come detto, ma secondo Maroni l'esperienza avuta è positiva: "Centinaia e centinaia di ordinanze di sindaci di grandi città e di piccoli Comuni, di ogni colore politico, dimostrano che erano, e io continuo a credere che siano, uno strumento utile per garantire maggiore sicurezza nei comuni, nelle città". Il problema, dunque è più formale che sostanziale: "Non c'è motivo per cui se una cosa dà risultati positivi - ha concluso il ministro - si ritorni indietro per via di qualche cavillo. Se è un cavillo, si modifica. Se ci sono delle obiezioni relative alla Costituzione, è un altro paio di maniche, ma qui stiamo trovando la soluzione sul fronte della sicurezza"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • edelweiss

    09 Luglio 2011 - 12:12

    Oggi ne sono abarcati altri 1000 a Lampedusa. Ormai abbiamo perso il conto: tutta l'Africa trova le porte spalancate e strangolati dal nostro buonismo suicida e dall'inerzia vergognosa del Governo, scivoliamo ogni giorno di più verso l'abisso. In questo scenario sentir parlare di sindaci- sceriffi fa quasi ridere. Chiudete le porte, maledizione. E' assurdo lamentarsi se per primi noi italiani non facciamo nulla per tutelare le nostre frontiere. Anche un bambino ci arriverebbe.

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    08 Luglio 2011 - 17:05

    Mi sembra che il problema non sia nelle ordinanze dei sindaci sceriffi,ma sia , una volta per tutte,in leggi che garantiscano la pena ed il rimpatrio.

    Report

    Rispondi

blog