Cerca

Caso Fehida, 12 scarcerazioni: erano stati condannati a 8 anni

Due settimane dopo la sentenza di secondo grado, gli imputati sono stati liberati per decorrenza dei termini

Caso Fehida, 12 scarcerazioni: erano stati condannati a 8 anni
Dodici imputati su 43  scarcerati per decorrenza dei termini. E' accaduto nell'ambito del processo "Fehida" che coinvolge le famiglie della 'ndrangheta di San Luca. Tornano quindi in libertà Michele Carabetta, Emanuele, Giuseppe e Vincenzo Biviera, Raffaele Stranieri, Achille Marmo, Giovanni Strangio, Domenico Pelle, Antonio Giorgi, Domenico Mammoliti, Giuseppe Pugliesi e Antonio Vottari: soggetti che solo due settimane fa, in secondo grado, erano stati condannati ciascuno a otto anni di reclusione, dopo aver chiesto di essere giudicati con il rito abbreviato.

La scarcerazione - In secondo grado l' istanza di scarcerazione presentata dalla difesa, sostenendo che i termini di custodia cautelare erano scaduti il 16 marzo scorso a due anni dalla sentenza di primo grado, non era stata accolta. di qui, il ricorso al Tribunale della Libertà che ha invece accolto la richiesta, emettendo l'ordine di scarcerazione.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • docprozac

    14 Luglio 2011 - 15:03

    il mio era un parlare generale della magistratura ma tu bruno osti il giono che c'era la distribuzione dei cervelli eri assente,e sei pure istruito sai il francese continui a ripetere come un mantra burlesque qui burlesque là sei proprio una burla (pirla ) del destino

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    13 Luglio 2011 - 19:07

    Ma perchè,pensi che esista solo Berlusconi in Italia?E gli altri milioni che hanno da fare con questi pazzi ,non hanno il tuo interesse,perchè non riguarda Silvio?

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    13 Luglio 2011 - 18:06

    ecco i nostri eroici maldestri, ai quali non viene minimamente in mente che questi magistrati non hanno niente a che vedere coi casi di Burlesque...

    Report

    Rispondi

  • darkstar

    13 Luglio 2011 - 18:06

    La magistratura in Italia é formata da gerarchetti che pensano solo a difendere i privilegi, propri e dei loro amici/compari. Tenere i mafiosi in galera, evidentemente é meno importante che notificare il mega risarcimento per il loro amico/benefattore DeBenedetti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog