Cerca

Basiglio, assolti gli insegnanti La madre: "Una vergogna"

Nel 2008 bimbi allontanati per sbaglio dalla famiglia per 3 mesi a causa di un disegno osè: "Nessun reato" per preside e maestre

Basiglio, assolti gli insegnanti La madre: "Una vergogna"
Tutti assolti perché il fatto non sussiste. Si chiude così, tra le proteste dei, il processo di Basiglio contro preside, due insegnanti, uno psicologo e un assistente sociale che nel 2008 avevano fatto allontanare dalla famiglia due bambini all'epoca di 9 e 13 anni dopo aver ritrovato un disegno osè. Quel disegno, si è appurato presto, non l'avevano realizzato i due minori ma una compagna di classe, che aveva confessato. La madre di quest'ultima alunna informò subito la preside della scuola dell'errore, ma nè lei, né gli insegnanti ritennero di comunicare quello che avevano scoperto. I bimbi vennero riaffidati ai genitori solo tre mesi dopo. Ecco perché poi la Procura di Milano li ha accusati a vario titolo di falsa testimonianza, falso ideologico e lesioni colpose, tutte accuse da cui i cinque sono stati assolti con formula piena. Alla lettura del dispositivo alcuni degli imputati sono scoppiati in lacrime. La mamma dei bimbi, invece, ha aspettato fuori dall'aula quella che ormai era una sentenza prevedibile, dopo le richieste del pm. "Siamo profondamente amareggiati - ha commentato il suo legale, l'avvocato Stefano Toniola - anche se lo temevamo. Fatichiamo a capacitarci di quanto è accaduto". "Non esiste, che schifo, che schifo la legge italiana - è lo sfogo della donna -. Ma come si permettono? Hanno rovinato due bambini questi signori qua".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlozani

    22 Luglio 2011 - 10:10

    Il tribunale ha assolto gli insegnanti che avevano contribuito a togliere i figli ai genitori con accuse infondate.Il giudice non ha ravvisato reati ma solo errori comesenza pensare a quello che hanno subito il padre e la madre e le spese per difendersi ,menttre chi ha sbagliato se l'è cavata impunemente con la possibilità di ripetere l'errore.I comuni cittadini quando sbagliano senza commettere reati pagano.Basta sbagliarsi nel compilare una dichiarazione,pagare qualcosa in ritardo ,per dimenticanza, ed ecco arrivare un conto con interessi ,multe ecc. ecc.,mentre a certe persone è concesso sbagliare.Basta con questa giustizia e questi magistrati !!!!. CarloZani

    Report

    Rispondi

  • aifide

    22 Luglio 2011 - 10:10

    che protegge presidi e docenti, ovvero i pubblici dipendenti, mai responsabili di alcunchè. Andrebbero licenziati in tronco e invece, ci scommetto, il preside sarà "promosso" a qualche incarico regionale ed i docenti saranno portati ad esempio. Non è la legge italiana che fa schifo, ma chi dice di applicarla.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    21 Luglio 2011 - 19:07

    Non rasenti neppure il patetico,ma lo sei proprio. Mammamia che fissazione!

    Report

    Rispondi

  • blu521

    21 Luglio 2011 - 19:07

    Una telefonatina,giusto per dire:"sono i nipoti di Mubarak"No,eh?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog