Cerca

Nella Caserma di Parolisi: sesso e frustate alle reclute

I commilitoni di Salvatore ad Ascoli: "Al 253esimo Reggimento Piceno succedeva di tutto. Incontri intimi, nessun sentimento"

Nella Caserma di Parolisi: sesso e frustate alle reclute
A quanto pare tra le allieve e istruttori della Caserma "Emilio Clementi", la casa del 235esimo Reggimento "Piceno", dove prestava servizio il caporalmaggiore Salvatore Parolisi, succedeva qualcosa di più che un semplice addestramento militare. Qualcosa che ha più a che fare con il sesso piuttosto che con le esercitazioni e l'allenamento. A riferire quanto accadeva tra addestratori e reclute, come riportato nel dettaglio da Repubblica, sono i diretti interessati. Donne e uomini che dalla Caserma ci sono passati.

Il segreto di Pulcinella -
Come V.P., uno dei caporalmaggiori istruttori che racconta a verbale "Non è inusuale che all'interno della caserma tra istruttori e allieve nascano rapporti intimi. A me è capitato con qualche allieva e mi vedevo con loro all'Hotel Ariston" ed è ciò che conferma, senza imbarazzi L.D. anche lui caporalmaggiore istruttore nonchè amico di Salvatore Parolisi, con cui nel 2000 ha condiviso cinque mesi in Kossovo. "Io non sono né sposato né fidanzato e posso dirvi che mi è capitato  di avere qualche relazione con qualche allieva. Come credo capiti a molti miei colleghi. Anche Salvatore ha avuto relazioni ma non è mai stato esplicito. Si, è frequente che gli istruttori riescano a intrattenere relazioni sentimentali con allieve dello stesso plotone di squadra". I caporalmaggiori ascoltati come persone informate sui fatti, sembrano stupirsi che questi racconti suscitino sorpresa. Dopotutto a al 253 Reggimento, quello è il segreto di Pulcinella.

Solo sesso non si perde tempo con sentimenti - 
E così anche A.L. conferma e aggiunge un particolare: "Nulla di contrario alle regole, perché non mi risulta che siano rapporti sentimentali sono rapporti intimi. Io personalmente ne ho avuti sei". Come a dire in caserma si traffica in sesso non si perde tempo con i sentimenti. La differenza la raccontata anche da V.P. "Devo dire che mi ha stupito la relazione tra Salvatore Parolisi e Ludovica Perrone, perchè sono incontri sessuali basati sull'attrazione fisica e non sono incontri che si tengono in caserma".

Le frustate con la canna di bambù -
Ma cè di più. Nei verbali di G., una giovane donna che al 235esimo reggimento si è addestrata per tre mesi, prima di scegliere una vita fuori dalle forze armate, porta con sè una memoria diversa. C. Parla specilamente del caporale M. Lo hanno trasferito dalla Clementi la scorsa primavera, quando una delle reclute ha trovato la frorza di denunciare formalmente quel che tutti sapevano e fingevano di non vedere "M. bacchettava le allieve con una canna di bambù sulle natiche".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gado53

    27 Luglio 2011 - 09:09

    I caporal maggiori trovano il loro comportamento regolarissimo, questo domidtra con quale orgoglio portano la divisa. Spero ma temo sara' impossibile vengano cacciati in modo non possano piu rubare il lauto stipendio che lo stato versa. Mi stupisco che gli Ufficiali non si siano mai accorti che la loro caserma si fosse trasformata in un lupanare. Il mio Colonnelo, meglio Signor Colonnello ante riforma del 1975 entrava in camerata in bicicletta per infondere lo spirito del Bersagliere e partecipava alla Reggimentale mattutina con "i suoi ragazzi" che guadagnavano 300 lire al giorno. Questo e' l'esercito di professionisti, la maggior parte costretti alla scelta delle armi non trovando un lavoro decente Domenico

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra

    23 Luglio 2011 - 19:07

    proprio oggi il corsera pubblica un intervento del dott. pizzetti circa i comportamenti sessuali degli allievi nelle scuole ; migliaia di foto o filmati finiti sul web con ragazze e ragazzi che nelle aule scolastiche italiane si dedicano a show o scene di sesso. Non possiamo fare i censori su questi comportamenti dal momento che tolleriamo manifesti , pubblicità , cinematografia,stampa e tv che inneggiano al sesso e mostrano senza interruzione quelle parti del corpo femminile che suscitano pensieri e desideri naturali. Le caserme rappresentano nell'ideale di ambo i sessi quel momento di liberazione ed evoluzione dai tabù ; le donne assumono un ruolo importante e ,lontane dalle inibizioni inculcate da una società bigotta e falsa, liberano anche la loro sessualità ponendosi su un piano superiore al maschio, ancora mentalmente bloccato dal concetto di macismo e di conquista. Non solo caserme,ma scuole,università ,luoghi di lavoro e di incontro svolgono la stessa funzione: incontro -sesso.

    Report

    Rispondi

  • ITALIANO50

    23 Luglio 2011 - 16:04

    Mi vergogno di quanto leggo su questa caserma, sembra assurdo che avvenga tutto cio' e i superiori non ne sappiano nulla....impossibile, se tutto cio' è vero e mai nessuno è intervenuto, allora significa che tutta la scala gerarchica è incapace e menefreghista, significa che ufficiali e sottufficiali superiori di questi mediocri caporali, non fanno il loro dovere anzi credo proprio che sono assenti permanenti. Spero che lo SME INTERVENGA SUBITO e se le voci sono documentate faccia una immediata pulizia a tutti i livelli iniziando dal comando caserma.

    Report

    Rispondi

  • parigiocara

    23 Luglio 2011 - 16:04

    quando in televisione va in onda qualche filmato di repertorio si vedono alcune (anzi molte) "inchiappate" che sono ridicole già a vedere come si muovono; e allora mi chiedo: una volta "addestrate", che cosa dovrebbero fare ????

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog