Cerca

Salvini: "Biglietti più cari? Fate come i rom. Non pagate"

Da settembre rincari Atm, ticket a 1,50 euro. Il leghista: "Se passa la stangata, dichiaratevi immigrati e usate i mezzi gratis"

Salvini: "Biglietti più cari? Fate come i rom. Non pagate"
"Invitiamo gli italiani indigenti, quelli che Pisapia ha fregato facendosi dare il voto soprattuto nelle periferie, a viaggiare gratis. Dichiariamoci tutti clandestini amici di Pisapia" così Matteo Salvini, capogruppo della Lega a Palazzo Marino, risponde alla recente decisione della giunta di Milano e del sindaco Giuliano Pisapia, di alzare il biglietto di tram, autobus e metro del 50% passando così da un euro ad un euro e cinquanta. La decisione verrà deliberata nel corso della prossima Giunta, in programma il 29 luglio, insieme all'introduzione dell'addizionale irpef dello 0.2% per i milanesi che hanno un reddito superiore a 26 mila euro. Il nuovo prezzo del ticket atm entrerà in vigore a partire da settembre.

Sciopero contro la stangata - Ma Salvini non ci sta : "Durante la campagna elettorale Pisapia aveva promesso la metropolitana gratis per i 65enni. Ora non solo loro, ma anche il 42enne cassintegrato e disoccupato, che prende ogni tanto il tram, sarà costretto a pagare il biglietto 1,50 euro. Voci di Atm ci dicono che ad essere multati sono soprattutto gli italiani perché gli stranieri vengono controllati raramente per evitare grane". Quindi conclude Salvini: "Se passa la stangata, disoccupati, precari, cassintegrati e 65enni viaggino pure senza biglietto come fanno ogni giorno molti rom e immigrati. E se sale il controllore - aggiunge - ci si dichiari clandestini".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • L'infeltrato

    27 Luglio 2011 - 13:01

    siccome per motivi di lavoro manco da milano da un paio di mesi volevo sapere com'è la situazione circa le moschee, i rom e la droga libera

    Report

    Rispondi

  • beylerbey

    27 Luglio 2011 - 10:10

    Certo che gli aumenti danno fastidio a tutti,anche a quelli che il bus non lo usano.Ma il punto è 1 altro: come mai tanta confusione per l'aumento del biglietto del bus e silenzio tombale sui quotidiani rincari dei carburanti? Ma chi se ne frega se il bus costa + caro!!! Per gasolio e benzina,invece,godete come draghi quando andate alla pompa?? E allora,non prendiamoci in giro da soli,lasciamo perdere 'ste buffonate dell'aumento del bus e invece di guardare alle pagliuzze guardiamo la trave che quotidianamente ci viene infilata dove non batte il sole!!!! Ora facciamo le ferie e poi,a settembre,via col valzer degli aumenti,come da ormai troppi anni accade! E noi cosa contestiamo? 50 cent in + sul biglietto del bus!!! E poi spendiamo miliardi al superenalotto o al gratta e vinci!! Ma che barzelletta è questa? Siamo passati da popolo di poeti,letterati e naviganti ad 1 popolo di giocatori,ladri e puttanieri.E mi taccio x carità cristiana! Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    27 Luglio 2011 - 09:09

    A Roma non si è votato per un comunista, ma il biglietto a 1,50 è in vigore.

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    27 Luglio 2011 - 08:08

    E aggiungerei anche di dichiararsi immigrati per tutte le prestazioni sanitarie ,firmare e non pagare.Vedrete che prima o poi qualcosa accadrà.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog