Cerca

Treviso, sgozzate madre e figlia

Si cerca il marito marocchino

4
Treviso, sgozzate madre e figlia
Le hanno trovate senza vita, sgozzate a coltellate, ieri sera, nella loro abitazione. Vittime della ferocia dell'assassino una madre e la sua bimba di due anni, residenti in un condominio a due piani in via Cal Morganella a Castagnole di Paese, in povincia di Treviso. Elisabetta Leder, 36 anni, lavorava come infermiera alla casa di risposo Menegazzi di Treviso. La piccola si chiamava Arianna. Ancora non è chiara la dinamica o il possibile movente del duplice omicidio, anche se il Pm di turno, Antonio Miggiano, non esclude che all'origine ci sia un raptus. Gli investigatori stanno cercando l'ex convivente della donna e padre della bimba, un marocchino che risulta clandestino in Italia. A carico dell'uomo, al momento, non ci sarebbe alcun elemento che possa coinvolgerlo nell'assassinio di moglie e figlia. Il marocchino, secondo quanto si è appreso, era stato espulso nei mesi scorsi dall'Italia, in quanto senza lavoro e senza permesso di soggiorno, ma sarebbe rientrato clandestinamente alcuni giorni fa.
I corpi senza vita sono stati trovati dal fratello di Elisabetta che, allarmato per il forte ritardo della sorella per cena, era andato a cercarla a casa: il giovane ha visto dall'esterno le luci dell'appartamento e la tv accese, e ha pensato che la sorella si fosse allontanata. Dopo un'inutile attesa ha chiamato i carabinieri: quindi la macabra scoperta. La sorella versava sul pavimento, i tagli alla gola e le mani riscontrate ferite, segno che abbia cercato di difendersi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Pascal50

    25 Febbraio 2009 - 18:06

    ..pena di morte!.Pena di Morte!...Pena di Morte!.

    Report

    Rispondi

  • corux

    25 Febbraio 2009 - 16:04

    GIUSTO!!! Click e Oloferne siete GRANDI !!! Altro che balle.. discussioni.. cavilli... QUI CI VUOLE LA PENA DI MORTE !!

    Report

    Rispondi

  • idomeneo41alice.it

    25 Febbraio 2009 - 09:09

    Pover vittime e miseranda Italia,dove siamo caduti.Siamo invasi da Predoni avezzi ad usare asce,macheti,coltelli,sgozzano,stuprano,uccidono,come se fossimo in una savana,spadroneggiando a destra ed a manca,certi della non punibilità.Hài voglia di alzare il ditino sermoneggiando,Mister Fini.Guarda come siamo ridotti!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media