Cerca

Tabacco Bossi il crociato anti-sigarette Senatùr, non mandare in fumo i nostri vizi

Umberto annuncia: "Meglio alzare il costo delle bionde che il ticket sanitario". Da lui non ce l'aspettavamo / GORRA

Tabacco Bossi il crociato anti-sigarette Senatùr, non mandare in fumo i nostri vizi
Ora, è vero che di più odioso dei ticket sulla sanità esiste solo l’accertamento fiscale di domenica mattina presto. È vero che in questo momento di tutto c’è bisogno in Italia fuorché di nuove tasse. È vero che la base della Lega è in fase di depressione acuta e ha un pressante bisogno di un’incarnazione del centralismo romano ciucciasoldi da mandare al diavolo.  Vero tutto questo ed è vero anche un sacco di altra roba. Però, onorevole Bossi, prendersela con noialtri poveri cristi di fumatori no.
«No ai ticket, meglio aumentare il prezzo del tabacco». E no. No per tre motivi. Il primo è pratico. Perché il tabacco è già aumentato abbastanza: tanto per restare all’attualità, nelle ultime settimane le sigarette sono salite in blocco di dieci centesimi, e farsi una fumata ormai è diventato un lusso. Il secondo è filosofico: se la tassa sulla salute ripugna, a maggior ragione dovrebbe farlo quella sull’autodistruzione. Il terzo, e qui sta il cuore della faccenda, è politico. Perché se a sostegno dell’idea di aumentare la tassa sul tabacco - la maggioranza restando in assordante ed eloquente silenzio - parlano soltanto il Codacons ed il Partito democratico (nella persona del senatore Ignazio Marino, il cui essere medico è un alibi solo fino ad un certo punto), allora significa che da qualche parte si sta sbagliando. Senza contare che il tabacco è forse l’unica cosa che si era riusciti a tenere al riparo dalle voraci fauci della manovra: intervenirci adesso suonerebbe come una beffa.
Da ultimo, c’è un altro aspetto della proposta che stride. Ovvero che essa non viene da un salutista di ferro o da un crociato anti-vizi. No, viene da un uomo che ha fatto del sigaro Garibaldi sempre in bocca un marchio di fabbrica secondo giusto al fazzolettone verde. E allora, Umberto, non mandare in fumo le nostre speranze. Mettiti una mano sul polmone e ripensaci.

di Marco Gorra

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ilsennodipoi

    31 Luglio 2011 - 20:08

    Poverino, Bossi è malato, e ogni tanto o spesso non sa quello che dice. E' giusto togliere il ticket sulla sanità, ma non a svantaggio del fumo. E' il nostro spesso unico svago ! Dicono che il fumo fa male, d'accordo. Ma allora perché non ne vietano la produzione e la vendita? Invece di trascrivere quelle stupide frasi sui pacchetti di sigarette, perché non ne vietano la commercializzazione? Così assisteremmo alla chiusura dei tanti negozi di rivendita tabacchi! Le manifatture del tabacco licenzieranno le operaie! La Costituzione dice che tutela la salute del cittadino.....lo vedo ! La realtà è un'altra: noi fumatori contribuiamo validamente al mantenimento di ben due Ministeri, sicché se ne guardano bene di abolire il tabacco! Non dicono quello che pensano, non fanno quello che dicono. IPOCRITI !

    Report

    Rispondi

  • belsogno

    31 Luglio 2011 - 17:05

    Non so se per sbaglio ho inviato il mio messaggio poco fa. Ma in sintesi da non fumatrice trovo che la nuova ridicola uscita del senatur sia solo un suggerimento per mettere un'altra imposta a noi italiani. Sta diventanto patetico con le sue sparate. Non è più nè credibile nè simpatico. Sta bene con tutti gli altri della casta che parlano "bene" e razzolano male, molto male. Sarebbe ora che questi politici presuntuosi e arroganti si diano una ridimensionata.

    Report

    Rispondi

  • osminos

    31 Luglio 2011 - 17:05

    Non si capisce perchè quando servono soldi alle casse dello stato si guarda sempre alla benzina e al tabacco.Dicono che il fumo fa morire, allora lo scarico delle auto e lo smog cosa fanno?Il signor Bossi certe cavolate le dica e le proponga ai suoi accoliti poichè essi approvano sempre quanto dice il senatur. Bossi: hai fatto il tuo tempo, è meglio che tu vada in pensione e se non lo hai ancora capito cerca nel tuo enturage e già che ci sei portati anche il trota che di ignoranti pubblici ne abbiamo abbastanza.

    Report

    Rispondi

  • ereilavac

    31 Luglio 2011 - 12:12

    Se il fumo è un vizio, che fa più vittime di incidenti stradali, più vittime che sul lavoro, che rompe e non poco i non fumatori. Imbrattano giardini strade spiagge, il mare, e ogni luogo con le loro maledette cicche, che inquinano luoghi pubblici con maleodoranti residui di cenere e fumo. Che fumino, che perseguano il loro destino, ma non a spese di chi fa scelte diverse. Hanno messo autovelox in ogni angolo, anzi dietro ogni angolo con la puerile scusa di pensare alla nostra e altrui incolumità, tartassandoci con multe assassine, illudendosi di cambiare il mondo ( sicuramente colmando qualche deficit di bilancio) ma qualcuno potrà andare più piano, sarà un bene o no? allora perchè non aumentare le sigarette di 5euro al pacchetto? Qualcuno smetterà di fumare? Sarà un bene o un male?

    Report

    Rispondi

blog