Cerca

Berlusconi e Saccà archiviati

"Distruggere le intercettazioni"

Berlusconi e Saccà archiviati
"Distruggere le intercettazioni di Berlusconi e Saccà". La Procura di Roma ha chiesto l'archiviazione del procedimento contro Silvio Berlusconi e Agostino Saccà per la vicenda delle intercettazioni su presunti favori nei confronti di alcune attrici - Elena Russo, Evelina Manna (nella foto), Antonella Troise, Camilla Ferranti - e le presunte trattative per il passaggio all'opposizione di senatori della maggioranza che sosteneva il governo Prodi. "Il quadro probatorio emerso al termine delle indagini e le conclusioni in fatto e in diritto effettuate hanno indotto questo ufficio a ritenere che gli elementi acquisiti non sono idonei a sostenere l'accusa in un eventuale giudizio", si legge nella motivazione.
Richiesta anche la distruzione delle intercettazioni  e di tutta la documentazione, anche in formato informatico, riferite al capitolo di inchiesta, ossia le conversazioni tra i due, quelle private fatte dagli indagati con terze persone, tra cui attrici e politici, non coinvolte nell'indagine e i colloqui del Cavaliere con persone che gravitano nel mondo dello spettacolo. "Non vi è certezza sull'esistenza di un do ut des. Lo stretto legame tra l'onorevole Berlusconi e Saccà, che emerge con l'evidenza dall'attività investigativa, era tale da consentire al primo di effettuare segnalazioni al secondo senza dover promettere o ottenere nulla in cambio", sostiene la Procura di Roma nella richiesta di archiviazione al gup.
Il presidente del Consiglio era stato indagato per corruzione: nel 2007 avrebbe raccomandato all'allora direttore di RaiFiction Saccà cinque attrici in cambio di sostegno finanziario, imprenditoriale e politico. I magistrati romani hanno chiesto anche l'archiviazione del filone relativo a un presunto accordo corruttivo che legava la commercialista Stefania Tucci, il consulente finanziario Giuseppe Proietti e lo stesso Saccà per la presunta promessa di sostegno finanziario ed economico alla società Pegasus, istituita dallo stesso Saccà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 2009SP

    25 Febbraio 2009 - 18:06

    E anche questa volta il costo di questi procedimenti giudiziari lo paghiamo noi, non i giudici che li hanno intrapresi. Nel frattempo, che aspettino pure i processi seri.

    Report

    Rispondi

blog