Cerca

Brindisi, guasto al traghetto Sommossa dei passeggeri

Black out dell'impianto di riscaldamento sulla nave in partenza dal molo di Porta Morena, dove rattracca dopo 2 ore. E' rivolta

Brindisi, guasto al traghetto  Sommossa dei passeggeri
Doveva salpare alle 19.30 dal porto di Brindisi e doveva condurre oltre 400 italiani in vacanza nella vicina gracia, nell'isola di Zante. Ma la nave veloce Aeolos Kenteris 1, della società greca Nel, sin dall'inizio delle operazioni di imbarco ha accusato una serie di anomalie e di problemi tecnici: niente corrente elettrica, condizionatori d'aria e impianti tv spenti. Tra un controllo e l'altro alla fine la nave parte in ritardo ma parte. Solo dopo un paio di ore, però, giunge la notizia che il traghetto sta tornando indietro per rientrare nel porto pugliese. Il problema? Un black out generale all'impianto di condizionamento. La notizia del rientro in porto ha scatenato il completo caos a bordo. I passeggerri  hanno avviato forti protesete che si sono poi trasformate in una vera e propria sommossa da parte dei 400 passeggeri a bordo, tra loro molti napoletani, che hanno chiuso a chiave un membro dell' equipaggio in una cabina come rappresaglia per non essere stati ricevuti dal comandante.

Guasto tecnico - Il traghetto veloce della società greca, partito in ritardo dal molo Costa Morena del porto di Brindisi, ha invertito la rotta tornando verso la città pugliese dopo che l'atmosfera si è surriscaldata per le proteste dei passeggeri che lamentano la mancanza di elettricità a bordo e quindi anche il mancato funzionamento anche dell'aria condizionata. I passeggeri,inoltre, precisano che nessuno ha avvertito la locale Capitaneria di Porto di quello che sta accadendo a bordo. A qualche passeggero che ha chiamato chiedendo garanzie è stato assicurato che al prossimo rientro la nave sarà sottoposta a verifiche dal punto di vista della efficienza e della sicurezza. Il traghetto veloce ha fatto rotta verso la Grecia ma dopo circa mezz'ora ha fatto dietrofront. Dopo che alcuni passeggeri hanno chiesto inutilmente di parlare con il comandante, e dopo aver preteso acqua da bere gratis, l'ufficiale di più alto grado a bordo ha ritenuto più utile fare marcia indietro. La nave ora è diretta verso Brindisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lulumicianera

    08 Agosto 2011 - 14:02

    di fare casini,passate le vacanze a Napoli con scopa e palette a pulire

    Report

    Rispondi

  • emigratoinfelix

    08 Agosto 2011 - 10:10

    ...vero,lamadre dei cretini e' sempre incinta....cosa avrebbe dovuto fare,secondo loro,il comandante,in presenza di un'avaria grave,continuare come se nulla fosse e mettere a repentaglio la vita di tutti?ovviamente l'ufficiale ha applicato il buon senso e la normativa,ritornando in porto.A volte la gente e' veramente ottusa.

    Report

    Rispondi

  • skippy

    08 Agosto 2011 - 10:10

    ..................napoletani................................

    Report

    Rispondi

blog