Cerca

Gemelli, infermiera con Tbc: Procura apre un'inchiesta

Dopo il primo caso di contagio, proseguono i controlli sui nati nel Policlinico di Roma. Aperto un fasciolo senza ipotesi di reato

Gemelli, infermiera con Tbc: Procura apre un'inchiesta
La Procura di Roma ha aperto un’inchiesta sulla vicenda dell'infermiera dell’ospedale Gemelli affetta da tubercolosi. A quanto si apprende, il fascicolo - avviato sulla base delle notizie comparse sugli organi di stampa - non contiene al momento alcuna ipotesi di reato, anche se il procuratore aggiunto Leonardo Frisani potrebbe nei prossimi giorni rubricarlo come lesioni personali colpose. Questo perché non è stata sporta ancora alcuna denuncia. Intanto, proseguono i controlli sanitari disposti sui piccoli.

Allarme contagio -  L'allerta è scattata subito dopo che un'infermiera del reparto di neonatologia ha scoperto di essere tubercolotica.  La donna si trova ora a casa e viene curata con una terapia anti-tubercolotica. Poi, sono sono scattati i 'controlli preventivi' su oltre 100o bambini nati nella struttura tra marzo e luglio e di lì la scoperta del primo caso di contagio per una piccola di cinque mesi, ora ricoverata all'ospedale Bambino Gesù.

Il numero da chiamare - Nonostante le rassicurazioni degli esperti - secondo cui il rischio contagio è basso - la preoccupazione dei genitori rimane alta.  L'assessorato alla Salute della Regione Lazio ha così potenziato le linee telefoniche per agevolare le  informazioni. "Sono attive - si legge in una nota - dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 e il sabato dalle 9 alle 13 le seguenti linee telefoniche dove è possibile ricevere informazioni o prenotare visite: 06-68352830, 06-68352820, 366-6620408 e 366-6620407".



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog