Cerca

Beppino Englaro indagato

per "omicidio volontario"

Beppino Englaro indagato
"Omicidio volontario". È questa la denuncia inviata dall'associazione 'Scienza e vita' alla Procura della Repubblica di Udine in relazione alla morte di Eluana Englaro, deceduta il 9 febbraio scorso nella casa di riposo 'La Quiete' del capoluogo friulano dopo essere stata in coma vegetativo persistente per 17 anni. In seguito alla denuncia il Procuratore della Repubblica di Udine, Antonio Biancardi, quale atto dovuto indaga nei riguardi di 14 persone, fra le quali Beppino Englaro, padre di Eluana, l'anestesista Amato De Monte che ha guidato l'equipe medica che ha attuato il protocollo per il distacco del sondino della donna, e 12 componenti dell'associazione 'Per Eluana'. L'associazione aveva preso in carico la donna dalla clinica privata di Lecco, la notte del 2 febbraio scorso, per portarla alla casa di riposto 'La Quiete' di Udine dove, sulla base del decreto della Corte d'appello di Milano, è stato attuato il protocollo per l'interruzione dell'alimentazione e dell'idratazione.
Per nulla sorpresi i legali della famiglia Englaro: si tratta di "un atto atteso che ci permette di svolgere le nostre attività difensive in contraddittorio", ha dichiarato 'avvocato Giuseppe Campeis, che ha poi sottolineato: "Era un atto atteso, solo che, forse, doveva giungere il giorno stesso della morte della donna. Per noi non cambia nulla, ora avremo modo di chiarire tutto in contraddittorio. Anzi posso dire che era un atto atteso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • disgustato

    28 Febbraio 2009 - 11:11

    Al peggio non c'è mai fine.In uno stato laico ,stà prendendo il sopravvento l'integralismo cattolico.

    Report

    Rispondi

  • tsuna

    28 Febbraio 2009 - 11:11

    Soltanto in un paese incivile come questo, dove mancano le leggi per ignoranza dei politici di turno, di ieri e di oggi, una persona che ha voluto salvaguardare la dignità di sua figlia e rispettare le sue volonta, è indagato per omicidio. L'omicidio di sua figlia! Tutta questa storia è stata gestita in maniera scandalosa,dalla classe politica e dalla stampa

    Report

    Rispondi

  • VincenzoAliasIlContadino

    27 Febbraio 2009 - 13:01

    MA STRANO CHE CONTRO DI CHI AVEVA EMESSO L ORDINE NIENTE! Mi chiedo, se non ce una Legge per l eutanasia, un Tribunale può ordinare un omicidio? Ora, Beppino Englaro indagato per Omicidio Volontario Aggravato e per quei Giudici, no? DI PIETRO E IL SUO FISSATO BOLLATO DEL REFERENDUM! E SE INVECE, ARRIVASSE UN ESPOSTO AL TRIBUNALE DEI DIRITTI DELL UOMO? Se ne parlato molto ed a sproposito di Eluana e del testamento biologico, dell Art. 78, ma vi siete chiesti, se un qualcuno avesse presentato un esposto ala Corte europea dei Diritti dell Uomo di Strasburgo: sbaglio che il Governo non avrebbe avuto una condanna? Io credo che un Tribunale non può e non deve emettere editti od emanare Leggi, quindi sussogare il Potere Legislativo non spetta ad un Giudice visto che è eletto Democraticamente un Parlamento, poiché membri eletti dal Popolo. Io mi chiedo se quel provvedimento di Protocollo non sia sanzionabile, visto che ancora nessun testamento biologico è stato disciplinato. In poche parole L EUTANASIA È REATO, sia pure con tutte le scappatoie più o meno umane, ma resta reato, anche per chi ORDINA, senza averne il diritto di Legge di Stato: un Giudice deve solo applicare le Leggi non farle? vincenzoaliasilcontadino@gmail.com Matera.

    Report

    Rispondi

blog