Cerca

Nel 2011 persi 88mila impieghi Giovani famiglie, no risparmi

Tempo di crisi. Unioncamere: "Sul fronte occupazione sarà autunno caldo". Censis e Unipol: "Under 25 senza beni immobiliari"

Nel 2011 persi 88mila impieghi Giovani famiglie, no risparmi
L'emorragia dei posti di lavoro registra un rallentamento, ma per l'occupazione Unioncamere prevede un autunno difficile: il saldo a fine 2011 per le imprese con almeno un dipendente, pari a circa 1,5 milioni, dovrebbe segnare un calo dell'occupazione dipendendte dello 0,7%, pari a 88mila posti di lavoro. Nel dettaglio, secondo lo studio, è più a rischio il lavoro nelle piccole e medie imprese. A livello geografico risulta più in affanno il Sud: nel 2010 il saldo negativo era stato di 178mila unità, pari all'1,5 per cento.

I giovani non risparmiano - Il peso della crisi, però, si fa sentire soprattutto nelle famiglie più giovani. Secondo una rilevazione di Censis e Unipol - Welfare, Italia, Laboratorio per le nuove politiche sociali - soltanto il 28% dei nuclei composti da ragazzi fino a 35 anni riesce a risparmiare, mentre il 42% non possiede alcun patrimonio immobiliare e il 40% vive in affitto. Nel dettaglio, soltatno il 28,6% dei capofamiglia fino a 35 anni afferma che la sua famiglia è riuscita a mettere da parte qualche euro (contro una quota del 38% laddove il capofamiglia ha tra i 45 e i 54 anni. Le famiglie più giovani, così, sono quelle più esposte al rischio di indebitarsi: sono il 5% contro una media nazionale che si assesta al 3,7 per cento. Ancora, secondo Censis e Unipol, l'8% dei giovani non può contare su alcun tipo di patrimonio; a questi si aggiunge il 42,6% che non ha nessun patrimonio immobiliare (contro una media del 16,8%).


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fatti neri

    22 Agosto 2011 - 22:10

    come fanno le famiglie a pensare al risparmio se primo il lavoro rende meno e tutto aumenta, secondo questi aiuti alla famiglia si vedono poco poco dopo il terzo figlio e magari concomitante in età con gli altri. Ricordate Brunetta, il ministri showman che riporta il complimento ricevuto da Tremonti a destra e a manca , quando diceva che con Lui i libri di testo scolastici sarebbero stati uguali in tutta Italia? Menestrello! Ho provato a rivendere edizione 2010 non sono in parte validi , cambia il codice (stesso autore, stessa casa editr.) e se cambi solo sezione in stesso istituto cambia la lista.Papponi ecco che siete

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    21 Agosto 2011 - 10:10

    Io vorrei capire come,in questo contesto,si inquadreranno tutti i clandestini già presenti e quelli che arriveranno.Qualcuno mi spieghi quali sono tutti i lavori che gli Italiani non vogliono più fare e che saranno meglio elargiti al momento dell'apertura dei centri d'accoglienza.Forse Maroni ha un piano segreto?

    Report

    Rispondi

blog