Cerca

Sgozzò moglie e figlia

Marocchino confessa

Sgozzò moglie e figlia
L'immigrato marocchino Fahd Bouichou ha confessato l'assassinio, motivato da un raptus di gelosia,  dell'ex compagna Elisabetta Leder e la figlioletta Arianna di 18 mesi. L'extracomunitario ha ammesso le sue responsabilità agli agenti della Polizia di Stato della Questura di Treviso.
La Procura della Repubblica di Treviso ha dato oggi il nulla osta alla sepoltura delle vittime. Il procuratore capo Antonio Fojadelli sta attendendo il completamento delle procedure da parte della magistratura slovena per la consegna all'autorità giudiziaria di Treviso del presunto omicida, il giovane marocchino, ex compagno della donna e padre della piccola Arianna arrestato in territorio solveno.

Per Fojadelli, la destinazione di Fahd Bouichou sarà il carcere di Treviso, ritenuto perfettamente in grado di ospitare e tutelare una persona incriminata per un simile reato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    28 Febbraio 2009 - 12:12

    E'proprio vero,le donne Italiane che si mettono con i Mussulmani non capiscono o non lo vogliono capire che la loro cultura è molto ma molto diversa dalla nostra,io ho vissuto in un paese islamico e lo dico per esperienza diretta.La donna non ha diritti,il marito la può ripudiare quando vuole,basta che lo faccia alla presenza di due testimoni,l'uomo è il padrone anche dei figli e quello che dice è legge.Inoltre,la Sharja,la legge islamica,crede e da ragione sempre all'uomo,quasi mai alla donna che è considerata essere inferiore.Con questo,non voglio denigrare l'Islam,me ne guardo bene,perchè è stato una grande civiltà,pensiamo solo ai numeri che usiamo tutti i giorni,da loro inventati,oltre all'algebra,la medicina e tante invenzioni che hanno dato spinta al progresso.Da queste considerazioni doverose per la comprensione del problema,ne discende che il Mussulmano che si accompagna con una "occidentale",per di più considerata dal Corano una infedele se non convertita,non accetterà mai di considerarla con pari dignità sociale e con gli stessi suoi diritti,pensate solo che dalla nascita in poi sono stati educati così e non cambieranno solo perchè vivono in Italia.

    Report

    Rispondi

blog