Cerca

Il fantasma nel museo di Napoli è una bufala dell'iPhone

Il blog "Disinformatico" ha smascherato il mistero dell'Archeologico: un falso creato col telefonino. Galan: "Poco da ridere"

Il fantasma nel museo di Napoli è una bufala dell'iPhone
Ci avevano raccontato - e documentato - che un fantasma si aggirava tra le mura del museo archeologico di Napoli. E invece - grazie a un cacciatore di bufale sul web, il blog Il disinformatico -  si scopre che quelle foto non sono altro che il prodotto di un'applicazione dell' iPhone.  Le immagini che immortalano lo spettro, infatti, non sono che un falso, studiato appositamente per suggestionare i visitatori. E per farlo non ci è voluto molto: un pc o un più semplice cellulare con installato il programma "Ghost capture" e il fantasma è bell'e fatto. Lo spetto, infatti, è il risultato di un'immagine 'degradata' con la compressione jpeg.

"C'è poco da ridere" -  Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro dei beni culturali Giancarlo Galan. "Confesso che nell'apprendere le notizie extramuseali provenienti da Napoli mi sono detto che c'era ben poco di cui sorridere - ha sottolineato -. E questo per almeno tre buoni motivi: la gloriosa storia dell'archeologia partenopea; la serietà dell'amministrazione pubblica nel settore culturale; il rispetto che va portato sempre e comunque a ciò che Napoli è ed è stata. Oltre - ha aggiunto Galan - non è lecito andare, se non altro per quanto mi riguarda, anche perché ci troviamo di fronte a notizie, a immagini, a commenti del tutto estranei nella loro irritualità a chi ha realmente il compito di dirigere quel Museo e quella Soprintendenza. Dispiace che simili irritualità siano avvenute nell'ambito di lavori avviati su progetti che utilizzano finanziamenti europei". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    24 Agosto 2011 - 20:08

    con le smanie di incriminare sempre Napoli.ANDATE DALLO PSICHIATRA per curarvi una schizofrenia persecutoria.Ma tanto sbattetevi come volete ci frega dei vostri commenti e viviamo la nostra vita che è normale e come quella di tante città,almeno per la gran parte della popolazione,seria e onesta e perbene meglio di nordisti razzisti e saccentoni che occultano le loro pecche,in questo,artisti,altro che i napoletani!!!CURATEVI!!!!

    Report

    Rispondi

  • limick

    24 Agosto 2011 - 15:03

    Questo spiega perche' dobbiamo pagare una manovra finanziaria del genere, ce la meritiamo tutta, piu' cog...ne di un italiano io non so dove lo si possa trovare. Per fortuna che non sono intervenuti i ris altrimenti trovavano il dna della bambina... sulla foto!!

    Report

    Rispondi

  • migpao

    24 Agosto 2011 - 14:02

    ...di tutto e di più. è da un po che non sono sulle prime pagine dei giornali, hanno voluto tornarci.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    24 Agosto 2011 - 09:09

    Non che ne abbia avuto mai molto, ma stavolta il caldo ha dato la mazzata finale

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog