Cerca

Taranto, 19enne finge rapina Carabiniere spara e lo uccide

Un ragazzo in strada con pistola giocattolo a Laterza, un agente apre il fuoco. I famigliari: "Solo uno scherzo in grande stile"

Taranto, 19enne finge rapina Carabiniere spara e lo uccide
Uno scherzo finito in tragedia. Un giovane di 19 anni, William Perrone, di Laterza (Taranto), è stato ucciso da un carabiniere di una pattuglia nella notte tra martedì e mercoledì, verso le 2.30, su una strada provinciale nei dintorni della cittadina jonica. Secondo la versione fornita dai militari, il giovane ha brandito un'arma, risultata giocattolo. La pattuglia, che procedeva in auto durante una perlustrazione del territorio, a un certo punto ha rallentato la marcia a causa di alcuni sassi presenti sull'asfalto. La vettura è stata costretta a fare una deviazione e ad aggirare l'ostacolo. A un certo punto, sempre secondo la versione fornita dall'Arma, i militari hanno visto uscire dall'oscurità una sagoma che brandiva un'arma poi rivelatasi una fedele riproduzione di una Beretta senza tappo rosso. Lo sconosciuto indossava una mascherina che gli copriva il volto, una tuta blu da meccanico e in testa aveva una sorta di turbante probabilmente fatto con una bandana o un asciugamano. Uno dei carabinieri ha fatto fuoco due volte uccidendo il giovane. Il fatto è accaduto su una strada provinciale in località Selva San Vito. La vittima non aveva precedenti.I parenti e gli amici di William Perrone, sentiti dagli inquirenti, hanno sostenuto che il 19enne stava facendo uno scherzo in grande stile insieme ad altre persone. Questa pista viene verificata dagli investigatori unitamente all'ipotesi di una rapina. Perrone non aveva precedenti. La zona a cavallo tra le province di Bari e Taranto (Laterza, Castellaneta, Palagiano, Ginosa, Gioia del Colle), due anni fa, fu interessata da una serie di rapine ai danni di coppiette in zone isolate, e stupri. Furono colpiti anche due allevatori. Il responsabile non è mai stato individuato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • v.

    25 Agosto 2011 - 13:01

    Ringrazio il Cielo (lo dico veramente) che le nostre forze dell'ordine, e in particolar modo i carabinieri, siano selezionati accuratamente tra persone che dimostrano un particolare equilibrio interiore, e doti che probabilmente né lei né io possediamo. E mi auguro (e anche questo lo dico veramente) che non le capiti mai di trovarsi ad essere fermato da qualcuno in divisa che prima spara e poi chiede i documenti. Ma lei dove pensa di vivere? In Nord Korea?

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    25 Agosto 2011 - 11:11

    morire così a 19 anni è l'atto finale di una vita vissuta alla "leggera" .

    Report

    Rispondi

  • herbavoliox

    25 Agosto 2011 - 09:09

    Un po' di sale in zucca non guasterebbe... vi pare il caso di fingere rapine? Non dico che se l'è cercata, ma, quantomeno ci è andato vicino. Un comportamento davvero irresponsabile, i cui esiti si rivelano a volte drammatici. Pensateci, pensateci prima di fare scherzi del genere.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    25 Agosto 2011 - 07:07

    Lo dovrebbero fare sempre! Prima sparare e poi chiedere i documenti. Ci sarebbe meno delinquenza dal momento che questi giovani rischiano la vita per forse 1000 euro al mese e poi, se riescono a catturare i criminali, il giorno dopo se li vedono nuovamente in giro. BEN FATTO !!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog