Cerca

Tradito da Facebook e amante Catturato latitante camorrista

Salvatore D'Avino nascosto da 4 anni. Trovato in Spagna grazie alle foto postate dalla fidanzata sul social network

Tradito da Facebook e amante Catturato latitante camorrista
Voleva essere un gesto d'affetto quello di postare su Facebook le foto della sua vacanza d'amore insieme al compagno. Peccato che l'uomo al suo fianco fosse Salvatore D'Avino, latitante dal 2007 e che quegli scatti siano stati la prova incontrovertibile del luogo dove il camorrista si stava nascondendo da oltre 4 anni per fuggire alla giustizia. La donna non ha pensato che oltre a 'condividere' i bei momenti della loro villeggiatura con gli amici, ha anche condiviso con i carabinieri del Nucleo Investigativo le informazioni necessarie per giungere alla cattura di D'Avino. Così i carabinieri Napoli in collaborazione con la Guardia Civil spagnola hanno catturato nei pressi di Marbella il latitante, già noto alle forze dell'ordine e inserito nell'elenco dei 100 ricercati di massima pericolosità. All'uomo, sorpreso mentre faceva rifornimento di benzina, i militari dell'Arma hanno notificato due provvedimenti di carcerazione emessi nel 2003 e 2007 dalla magistratura partenopea. D'Avino dovrà scontare circa 20 anni di reclusione per traffico e spaccio di droga aggravati dal metodo mafioso.

Chi è Salvatore D'Avino -
Trentanove anni, del quartiere Forcella di Napoli, D'Avino, nel 2006, rimase coinvolto nell'inchiesta Piazza pulita che mise ko, con oltre cento arresti, il traffico di droga gestito da diversi clan della camorra, tra i quali i Giuliano e i Mazzarella. Quando scattarono gli arresti, D'Avino era detenuto in Spagna. Successivamente, per il reato per il quale era in carcere, ottenne un permesso premio: ne approfittò e da allora è risultato latitante. Il vero rifugio segreto del camorrista era da anni il Marocco, luogo d'origine della sua stessa fidanzata. La donna però, dovendo partorire, si era trasferita sotto falso nome in Spagna, dove è stata raggiunta dal compagno. Proprio in quest'occasione d'incontro, i due hanno scattato alcune fotografie in località turistiche della Costa del Sol, immagini che la marocchina ha pensato di pubblicare sul social network e che hanno indirizzato gli investigatori sulla giusta pista per la cattura di D'Avino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mammagigi1

    24 Agosto 2011 - 23:11

    felice per l'arresto, se lo merita visto che ha una fidanzata oca.

    Report

    Rispondi

blog