Cerca

Bufera gossip su Bocchino L'auto blu è per Sabina Began

Ape Regina tira un brutto scherzo al falco Italo: "Insieme con la scorta e pure la macchina di servizio". Lehner: "Dimissioni"

38
Bufera gossip su Bocchino L'auto blu è per Sabina Began
Non solo amicizia e voci di riavvicinamento con il Cavaliere. Per Italo Bocchino, Sabina Began è anche sinonimo di guai. L'Ape Regina, infatti, gli causa non pochi grattacapi con l'intervista concessa a Chi, in cui confessa anche che "Italo è simpatico, ma Berlusconi è tutt'altra cosa". L'attrice, che da qualche mese ormai compare sempre più spesso in compagnia del falco finiano di Futuro e Libertà (l'ultimo avvistamento sulle spiagge della Costera Amalfitana), ha raccontato i dettagli del loro weekend a Ravello. Peccato che ne abbia regalati troppi, di particolari. Forse volontariamente.

"Smentisca o si dimetta" - Prima la Began spiega che il loro incontro è avvenuto per caso, senza la mediazione di nessun amico. Poi aggiunge che a Ravello "ci siamo andati insieme, da Roma". Con "un auto di servizio. E c'era pure la scorta". Ovviamente il weekend non aveva nulla di istituzionale, nulla che richiedesse auto blu e affini. L'intervista ha scatenato la reazione di Giancarlo Lehner, parlamentare di Popolo e territorio (i 'già' Responsabili). "In questa drammatica temperie di sacrifici e di tagli, leggo che Bocchino, passato da Mara Carfagna a Sabina Began, con la nuova amica è andato da Roma a Ravello con auto di servizio e scorta di polizia. Delle due - tuona Lehner - l'una, o Bocchino smentisce in maniera credibile o si dimette da parlamentare".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mapen

    01 Settembre 2011 - 12:12

    qualcuno mi spiega perchè bocchino deve avere l'auto blu e la scorta? per quale carica? ma non dovevano tagliarle? si vede che ci prendolo per il c**o!!!!

    Report

    Rispondi

  • minimo

    31 Agosto 2011 - 17:05

    E' una semplice confessione della Began. In confessionale si dicono molte "bugie", per non far scoprire le vere malefatte. Se, invece, la confessione sarà vera, allora è giusta la richiesta di dimissioni. Non perché sia il solo a fare queste porcate, ma perché lo richiede la serietà della malefatta. Ha usato un mezzo pubblico messogli a disposizione per servizio e una scorta assegnatagli per difesa personale. L'uso di tutto ciò fatto dal sig. bocchino aveva lo scopo di "conquistare" una signorina o signora. Questo scopo non è previsto dalla legge e quindi ha commesso un reato, gravissimo, perché in danno della collettività. Abbia....la bocca buona e si dimetta.

    Report

    Rispondi

  • docprozac

    30 Agosto 2011 - 15:03

    non capisco perchè ci scandalizziamo per queste notizie. Ormai è assodato che la maggiroanza della nostra classe (?) politica è composta da omuncoli e quaraquaquà come il nostro bocchino,sfruttatore di posizioni ed emerito maneggione che nonostante le bufere che si tira addosso continua imperterrito a rimanere a galla. Pur essendo chiaramente un omuncolo egli fa il smargiasso sfruttando la sua posizione di politico di mezza tacca,ma chi lo ha mai votato,da quale fogna esce costui. Rimandiamolo a casa a zappare la terra come facevano i suoi avi,gli è più consono.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media