Cerca

Melania, pista conto segreto Familiari di Parolisi dai pm

Genitori, fratello e sorella del marito in Procura per essere sentiti. Sul tavolo, i 100 mila euro in banca e una intercettazione

Melania, pista conto segreto Familiari di Parolisi dai pm
In Procura davanti ai magistrati di Teramo  ci finiscono anche i familiari di Salvatore Parolisi. I genitori, il fratello e la sorella del caporalmaggiore, in cella con l'accusa di omicidio di Melania Rea, sono stati infatti sentiti come "persone informate sui fatti". Sul tavolo - secondo quanto riporta Vanity Fair - , un conto segreto in banca (con circa 100 mila euro) intestato a Parolisi e una conversazione telefonica intercettata tra il militare e la sorella Francesca, in cui lui disse:  "Ogni persona ha fatto sbagli e li pagano tutti quanti... Mi dispiace che ci ha rimesso Melania".

Il conto -
Sono il frutto delle sue missioni militari sui Balcani e in Afghanistan quei 100 mila euro deposti in banca da Salvatore Parolisi. Un dettaglio importante, questo, della vita del caporlamaggiore e gli inquirenti non escludono che possa essere anche questo un movente dell'omicidio della moglie. Attraverso l'audizione dei familiari, i magistrati sperano di poter ricostruire il rapporto con il denaro del militare, per capire se dietro l'uccisione della moglie possano esserci ragioni economiche.  

L'intercettazione - Il 25 maggio Salvatore a telefono con la sorella Francesca si lascia sfuggire delle frasi ambigue, sul cui senso ora gli inquirenti provano a far luce. Riferendosi ai suoi colleghi in caserma, il miliatre disse:  "Ogni persona ha fatto sbagli e li pagano tutti quanti... Mi dispiace che ci ha rimesso Melania". Cosa avrà voluto dire? A quali errori si riferiva? Forse la chiave del giallo sta proprio nelle risposta a queste domande.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    30 Agosto 2011 - 11:11

    Per prima è stata la Rai che se n'è occupata. Il resto è venuto dopo, poiché Rete 4 usa Salvo Sottile quale 'esperto' (...) espertissimo che mai a nulla è approdato. Questo 'professionista' non troverebbe un semplice indiziato neppure in una prigioni di assassini o il responsabile del furto della marmellata in una famiglia con un figlio unico molto goloso. Il bello è che lo chiamano ovunque come se avesse risolto chissà quale enigma. Povero lui pieno di misera supponenza e poveri noi quando non cambiamo velocemente canale al suo apparire.

    Report

    Rispondi

  • roda41

    30 Agosto 2011 - 09:09

    concludendo ben poco e con la sceneggiata del caporale.Onestamente ogni tanto esce qualcosa ,che si sapeva o no da tempo? Non capisco cosa vogliano dire quelle frasi,ma SE VALUTATE BENE,SCIOLGONO QUESTO ENNESIMO GIALLO,LO SPERO.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    30 Agosto 2011 - 07:07

    Altra soap che continuerà senza alcun esito tanto che forse i miei pronipoti ne sentiranno ancora parlare!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • blues188

    29 Agosto 2011 - 19:07

    Gli mancavano solo le lacrime, per fare la giusta parte. E gli intervistatori? Con il tono basso, il mento tremolante anche loro, il tono di voce da mortuorio e il microfono penzolante lo sostenevano moralmente. Io non so se sia colpevole, e non giudico, ma questa messinscena è vomitevole e la Rai ne ha fatto scempio.

    Report

    Rispondi

blog