Cerca

Pisapia e la tassa della follia: Ecopass per tutti a 4 euro

Milano, proposta choc della giunta. Super ticket d'ingresso e divieto per i mezzi più vecchi. La rabbia dei commercianti

Pisapia e la tassa della follia: Ecopass per tutti a 4 euro
Entrare nei Bastioni, d'ora in poi, potrebbe costare caro a tutti, residenti e non. Dopo la stangata sui mezzi pubblici è in arrivo quella sull'Ecopass, con un ticket d'ingresso unico portato a 4 o 5 euro. C'è di più: nuovi divieti di accesso sarebbero pronti per i mezzi più vecchi, quelli per intenderci che oggi pagano 10 euro. E' quanto sarebbe compreso nel nuovo Ecopass, quello targato Giuliano Pisapia e che la giunta conta di far andare in porto il 1 gennaio 2012. Di questo passo, ai milanesi resterenno solo i marciapiedi. E si preannuncia già  "battaglia d'autunno", con residenti sul piede di guerra, insieme a commercianti e negozianti.

Una nuova logica - La partita è ancora aperta: il nuovo Ecopass è sul tavolo di Palazzo Marino per essere discusso e nulla ancora è stato deciso. Ma le lineee generali del progetto hanno cominciato a delineare un quadro per i milanesi inquietante. Di sicuro, il nuovo Ecopass seguirà una nuova logica.
Se oggi paghi in base a quanto inquini (secondo la pollution charge ), dal 1 gennaio potrebbero pagare tutti, perché tutti concorrono al traffico, secondo la filosofia congestion charge.  Ed è polemica, anche perché se il proegetto è applicabile (e applicato) in città come New York e Londra - che dispongono di una rete di mezzi pubblici capillare - pare difficile esportarlo oggi a Milano. Per i residenti, inoltre, si starebbe studiando un bonus di ingressi gratuiti, anche se il numero dovrebbe essere limitato: non più di 10-12 in un anno.

Incentivi ai mezzi pubblici - Il tetto del costo del nuovo Ecopass, inoltre, è strettamente legato al costo dei mezzi pubblici, proprio perché la tassa si propone di disincentivare l'uso dei mezzi privati a favore di quelli comunali. Così, se una corsa (andata e ritorno) in tram costa 3 euro, il ticket della macchina dovrà costare necessariamente di più, almeno un euro. In buona sostanza, "facciamo pagare tutto di più". La tempesta fiscale è in arrivo

Mezzi banditi - Auto diesel pre-Euro e furgoni diesel fino all'Euro 2, che oggi pagano 10 euro per l'ingresso, dovrebbero essere del tutto bandite in area Ecopass. I commercianti, quindi, che negli ultimi tempi  hanno comprato un mezzo più moderno per non pagare la tassa, si ritroverebbero al punto di partenza. Ecco perché a Palazzo Marino si discute su misure in grado di alleggerire il carico, magari facendo  pagare il prezzo pieno nelle ore di punta o modulando le tariffe in base alle stagioni e ai livelli di smog.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Odescalchi

    05 Febbraio 2012 - 11:11

    Se scoppia la guerra dei cervelli il sindaco è disarmato! Probabilmente non conosce i metodi di analisi ed il rapporto causa effetto. Abito in area "C", dal 1969, mai cambiato casa, sempre qui. Ora a 70 anni, uso la macchina il meno possibile, solo per uscire dalla città. Ho una diesel euro 4 senza fap di 6 anni e 90.000 km. NON ho motivo per cambiare auto primo tra tutti i soldi. come me penso altri. Passo per le vie commerciali e vedo musi lunghi, i commenti salaci si sprecano. Chissà dove abita il Dig. sindaco, chissà se gira a piedi in mezzo alla gente comune...se ascolta... anche Nerone suonava la cetra con Roma in fiamme....

    Report

    Rispondi

  • oscarg

    07 Settembre 2011 - 11:11

    Ma perchè non facciamo pagare in qualsiasi area l'ecopass ai nomadi? Ma perchè a Cascina Gobba ogni volta che c'è un raduno di preghiera islamica i marciapiedi intorno sono pieni di auto in divieto di sosta e nessuno si degna di applicare le dovute ammende? Hanno aumentato i biglietti dei mezzi pubblici e si continua a viaggiare come in carri bestiame, i quattrini che vengono incassati dalla tassa ecopass dove vanno finire? Ma in ogni caso la nostra opinione a poco serve,forse vale la pena inventarsi qualche nuovo sistema per gabbare le leggi.Loro insegnano. Oscarg

    Report

    Rispondi

  • eureka.mi

    04 Settembre 2011 - 20:08

    Ma questo signore prima di parlare riesce a collegarsi al cervello? Lo pagherà anche lui ed i suoi consiglieri senza richiederne il romborso (e tutti i giorni se lavorano) il pedaggio per andare in centro? Queste idee gli vengono dalla sua parte partenopea?

    Report

    Rispondi

  • queer

    01 Settembre 2011 - 17:05

    Fosse per me estenderei ecopass alla circonvalla 90/91 e targhe alterne nei mesi invernali. i commercianti sono furiosi? E chi se nefrega! Mica dobbiamo morire soffocati per permettere a qualcuno di vendere mutande e scarpe. Ovviamente il tutto con un potenziamento dei mezzi e dei parcheggi. Ai suv doppio ticket e sconti a rsidenti a patto che usino veicoli non inquinanti. Prima di chiedere all'atuale sindaco di pagarsi la benzina e i parcheggi sarebbe piu' intelligente chiedere quanto ci è costato mantenere lady Moratti nella passata giunta. E' già lei la città la vedva da dietro i vetri oscurati dell'auto blu e quasi di nascosto per evitarsi i fischi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog