Cerca

Cav, l'ultima accusa dei Pm "Soldi a Tarantini in nero"

Secondo la Procura di Napoli Berlusconi avrebbe violato la normativa anti-riciclaggio. La moglie di Gianpi ai domiciliari

 Cav, l'ultima accusa dei Pm "Soldi a Tarantini in nero"
La Procura di Napoli indaga sui soldi "in nero" che Silvio Berlusconi avrebbe donato all'imprenditore Gianpaolo Tarantini "per liberalità", come ha detto quest'ultimo negli interrogatori di sabato scorso. Secondo i pm, i pagamenti in contanti del premier violano la normativa antiriciclaggio: a rivelarlo è l'ordinanza di cattura spiccata dal giudice di Napoli Amalia Primavera nei confronti di Tarantini, di sua moglie Nicla (che da ieri è ai domiciliari) e del direttore ed editore de L'Avanti Valter Lavitola. Per questo oggi la Procura potrebbe concordare con l'avvocato del Cavaliere Nicolò Ghedini la data per l'interrogatorio di Berlusconi. Quasi impossibile, per "impegni istituzionali improrogabili" l'udienza in settimana, anche se i pm hano sottolineato l'esigenza di sentire la versione del Cav entro dieci giorni al massimo. In ballo ci sono 20mila euro al mese, circa 500mila in totale, che Berlusconi ha versato a Tarantini. Secondo l'accusa perché "ricattato" e timoroso che l'imprenditore coinvolto nel giro di prostitute del caso D'Addario cambiasse la versione data agli inquirenti (versione che scagionava il premier da ogni responsabilità), secondo Silvio per "aiutare una famiglia in difficoltà". Nell'ordinanza di cattura di Tarantini, moglie e Lavitola si legge: "Le forme prescelte per far pervenire soldi al gruppo Lavitola/Tarantini - pagamenti occulti ed in contanti in aperta violazione della normativa antiriciclaggio - appaiono chiaramente ispirate alla volontà di mantenere riservati quei versamenti perché evidentemente privi di una causale lecita (affari, compravendite, prestiti, etc) che, ove invece sussistente, giustificherebbe le forme trasparenti e documentate (assegni, bonifici bancari) utilizzate tipicamente nelle ordinarie transazioni economiche".



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    06 Settembre 2011 - 12:12

    Chi ha parlato di B? IO no , mi riferivo chiaramente a Tarantini e Lavitola. Ha frainteso.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    06 Settembre 2011 - 10:10

    visto che sembra tu venga da un altro pianeta, ti metto al corrente che, intanto la Minetti (e forse qualcun'altra) con 9.000 euro al mese la paghiamo noi e non Lui. Che la magistratura sta indagando anche sulla sinistra, vedi Penati, Tedesco, ed altri. Che i soldi che venivano dalla Russia non erano per tangenti ma finanziamenti e nello stesso tempo la DC li riceveva dagli USA (anche come tangenti sugli aeroplani, Antelope Cobbler); che con Mani Pulite, tutta la dirigenza PCI milanese è andata in galera, come anche Greganti. Che un'ispezione sull'inchiesta, ordinata dal Ministro della Giustizia Biondi, ha rilevato tutto regolare e con riconoscimento per il lavoro svolto. Che Nordio (e non solo), noto magistrato di destra, un mastino, come dicevano a suo tempo di lui, ha investigato a fondo sulle tangenti PCI, senza trovare niente. Condoni e leggi? la sinistra non ha MAI fatto condoni e nemmeno leggi per pararsi il didietro: queste sono cose che ha fatto il tuo Berlusconi.

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    06 Settembre 2011 - 07:07

    seguo i commenti di libero perchè ci post tu. Se fossi il presidente del consiglio ti darei un incarico di responsabilità, sei meglio di ghedini, scilipoti e fede messi assieme. Se berlusca oltre alla fi*a avesse altre preferenze, tu sicuramente saresti il suo preferito.

    Report

    Rispondi

  • maurnarg

    05 Settembre 2011 - 23:11

    Ma allora li ha i soldi per farci pagare di meno Premium.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog