Cerca

Cambiano le pensioni per le donne

Modifiche alla manovra: adeguamento al 2014 per il settore privato. Nel vertice con Tremonti la Lega aveva detto no

Cambiano le pensioni per le donne
Il governo interverrà sulle pensioni delle donne nel settore privato, il cui adeguamento scatterà a partire dal 2014. E' una delle novità previste per la manovra-bis. Misura a sorpresa, visto che nell'incontro di lunedì in via Bellerio la Lega aveva ribadito il suo no alla modifica della normativa sulle pensioni al ministro dell'Economia Giulio Tremonti. Al momento il limite dei 65 anni per tutti andrà in vigore solo nel 2028. Secondo indiscrezioni, la modifica sull'età pensionabile delle donne dovrebbe portare ad un anticipo di due anni sull'adeguamento del limite di 65 anni: la manovra prevedeva infatti che quest'ultimo iniziasse dal 2016 (e non dal 2014).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    07 Settembre 2011 - 14:02

    Le tanto amate donne del Premier...condannate al massimo della pena...pensionistica ? Verrebbe da chiedersi, allora, donne oggetto o (alla bisogna) effettivamente equiparabili all'uomo ? Il dubbio...solo nella "spremitura" ? Soltanto "cassa sulle donne" ? Certo, poi, con la donna che prevalentemente trascina uno stipendio inferiore a quello dell'uomo...mai in carriera come l'uomo...ma sì...ragguagliamola al resto dell'Europa (dalla quale hanno però coperture e servizi assistenziali ben inferiori)...e rimanendole sul "groppone" però il lavoro di riserva...a casa. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • fatti neri

    07 Settembre 2011 - 00:12

    Sicuro che la scarsa propensione a generare prole, causa una serie di fattori, ha generato una nuova categoria di "anziane" dedite al mondo del fitness, ballo e altri passatempi che all'epoca della prevista data pensionistica erano impensabili in quanto esse proprio perchè donne di norma erano quel grande aiuto alla giovane famiglia chiamate nonne, adesso mancano proprio i presupposti e i nipoti. Lo scandalo è invece le pensioni baby in particolare date ai ricchi e le reversibilità infinite oltre che di alto importo, che fanno godere ex badanti poi.

    Report

    Rispondi

  • limick

    06 Settembre 2011 - 23:11

    Cmq verra' la resa dei conti e l'INPS dovra bussare casa per casa e chiedere scusa a tutti gli italiani per aver delapidato i nostri soldi per i suoi sporchi interessi, ANDREBBE ABOLITA e' un sistema piramidale che vive con i soldi di chi entra. E' un sistema di parassiti senza nessuna dignita'.

    Report

    Rispondi

  • rbrtrossi017

    06 Settembre 2011 - 19:07

    Più che giusto portare l'età a 65 anche nel privato, le donne del settore pubblico non sono di serie B, ne tanto meno sono di "salute" maggiore

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog