Cerca

I violenti: scontri e cariche fuori dall'aula

Gli agenti costretti a contenere l'assalto delle rappresentanze sindacai mentre all'interno di Palazzo Madama si votava la manovra

I violenti: scontri e cariche fuori dall'aula
Ad avvelenare ulteriormente un'atmosfera già tesa ci hanno pensato i soliti violenti, che nel corso delle dichiarazioni di voto dei partiti sul testo della manovra, in corso al Senato, hanno dato vita a nuovi scontri fuori da Palazzo Madama. Circa cinquencento persone si sono avvicinate da piazza Navona, dove si svolgeva un presidio dei sindacati di base contro il pacchetto anti-crisi. La polizia è stata costretta a due cariche. La contestazione è stata poi contenuta dalle forze dell'ordine che presidiano il tratto di strada che a Roma collega corso Rinascimento a piazza Navona.

Gli scontri - Già martedì in piazza Navona si era svolta una mobilitazione di alcune rappresentanze sindacali, quali Usb e Fds. Intorno alle 19 di mercoledì alcuni manifestanti hanno nuovamente cercato di avvicinarsi al Senato, forzando il blocco di transenne e polizie, lanciando bengala, mortaretti, fumogeni e inscenando una sassaiola contro le forze dell'ordine. Gli agenti sono stati così costretti alla carica: dopo pochi minuti la situazione pareva essere tornata sotto controllo. Ma l'accampamento montato in piazza Navona continua a muoversi: successivamente un gruppo si è spostato per raggiungere prima Palazzo Grazioli gridando "lavoro, lavoro" e "Silvio vattene", e poi la Camera, promettendo che "la battaglia continua".

La condanna di Schifani - Nel corso delle votazioni, il presidente del Senato, Renato Schifani, ha interrotto la chiamata nominale dei senatori per gli scontri che stavano avvenendo al di fuori dell'aula. "Depreco in modo forte e convinto le violenze, un vulnus alla democrazia del Paese", ha commentato Schifani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • liberal1

    08 Settembre 2011 - 09:09

    i soliti nullafacenti è vero cìè crisi ma la crisi si batte lavorando anche quando si perde un lavoro ne trovi un altro e pazienza se danno meno soldi ma li hai a fine mese questi soldi. Oppure aspettate la manna dal cielo? Per chi lavora e per chi lo perde il lavoro NON SARETE PAGATI PER QUELLO CHE SAPETE OSSIA DIPLOMA MA SARETE PAGATI PER QUELLO CHE SAPETE FARE GRAZIE A QUELLO CHE SAPETE. CI SONO PERSONE CHE SONO ANDTE IN CASSAINTEGRAZIONE O PERSO IL LAVORO E SEGUENDO QUESTO CONCETTO SONO TORNATI A LAVORARE CON LO STIPENDIO IN TASCA COME VEDETE IL LAVORO CE' BASTA NON ASCOLTARE I CORVI.POI SE CERTA GENTE VUOLE LO SCONTRO FISICO BENE MA RICORDATE CHI STA BENE STARA' SEMPRE BENE E VOI CHE FATE LE LOTTE VIOLENTE VE LA PRENDETE NEL CULO. SCUSASTE IL FRANCESISMO A A PARTE GLI SCHERZI NON CEDIAMO ALLA VIOLENZA PENSIAMO A NOI STESSI E CI SALVEREMO QUESTA POLITICA E' CORRROTTA TUTTO IL PARLAMENTO E' UN MAGNA MAGNA A NESSUNO GLI IMPORTA DITE BURATTINO SENZA FILI CAPITO? RICORDA THE OPUS

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    07 Settembre 2011 - 23:11

    Fino a che si tratta di qualche rubagalline dei centri sociali e black block va tutto bene.Due legnate sul groppone e si spengono gli ardenti spiriti ed i conseguenti bollori.Quando pero'e' la gente a scendere in piazza sono dolori...particolarmente pericolosa poi quando ha la pancia vuota.A questo ci hanno portato l'eurabia ed in particolare l'Euro.Chi ozzac ce lo ha fatto fare di entrare in europa.......

    Report

    Rispondi

  • emulman

    07 Settembre 2011 - 22:10

    ma stà zitto, gente arrabbiata...la verità è che questa sinistra si sta comportando come quando Hitler metteva paura con le SA, le SS e la Gestapo; ora la sinistra vuole incutere la paura con il suo braccio armato, i centri sociali e la FIOM-CGIL. Questi scontri son tutti pilotati dai vertici della sinistra , incapaci che credono di poter prendere il potere con la forza e l'inganno. Ma sanno bene che meglio di così con questa manovra non si poteva fare, e loro peggiorerebbero le cose con tasse su tasse. CHE SI VERGOGNINO!

    Report

    Rispondi

  • nevenko

    07 Settembre 2011 - 21:09

    le palle,da chi sono pagati?Questi non sanno neppure cosa è il lavoro,chi li mantiene?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog