Cerca

Mez, Lumumba: "516mila euro

per ingiusta detenzione"

Mez, Lumumba: "516mila euro
Un miliardo delle vecchie lire. A tanto ammonta la richiesta di risarcimento per "ingiusta detenzione" avanzata da Patrick Lumumba, arrestato per l'omicidio di Meredith Kercher e poi prosciolto da ogni addebito, dopo aver trascorso 15 giorni in carcere. La notizia è riportata dal 'Corriere dell'Umbria'. L'istanza sarà esaminata ora dalla Corte d'appello di Perugia. Il musicista congolese, che è assistito dall'avvocato Carlo Pacelli, chiede di essere risarcito con 516 mila euro per le conseguenze familiari, sociali ed economiche derivate dalla ingiusta detenzione. L'uomo venne fermato dalla polizia il 6 novembre 2007 dopo le accuse di Amanda Knox, in carcere per l'omicidio della coinquilina Mez. Dalle indagini effettuate, tuttavia, emerse l'estaneità di Lumumba all'omicidio: al momento dell'assassinio della studentessa si trovava infatti al lavoro nel suo pub. Per questo venne scarcerato dopo 15 giorni e poi prosciolto su richiesta dello stesso pm. Ora Lumumba è costituito parte civile nei confronti della Knox accusata di calunnia nei suoi confronti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • micael44

    03 Marzo 2009 - 16:04

    Mi sembra "buono e giusto" che Lumumba sia risarcito. Forse se il pm non fosse stato tanto impegnato ad ascoltare intercettazioni telefoniche, avrebbe pensato prima a fare dei riscontri e,forse, poi arrestare il sospettato! Comunque la somma non mi sembra enorme. Pensate invece ai 2/3 milioni di euro che chiederà allo STATO il presunto una-bomber, scagionato dopo anni di indagini!

    Report

    Rispondi

blog