Cerca

Began: "Volevo solo farlo felice"

Intervista all'Ape Regina: "Amo in modo spirituale Berlusconi, organizzavo io le feste nelle sue ville ma non sapevo di donne escort"

Began: "Volevo solo farlo felice"
Tutta colpa di quella festa in onore di George Clooney per il Darfur. Sabina Began, detta l’Ape regina, la preferita del Cavaliere, la stessa degli sms da pollo di Italo Bocchino, è indagata a Bari sul giro di escort. L’accusa dice che insieme a Giampaolo Tarantini ha reclutato tre ragazze, Vanessa Di Meglio, Sonia Carpentone e Roberta Nigro, per allietare a pagamento le serate del premier dal 30 agosto al 6 settembre 2008. La incontriamo. Capelli raccolti, t-shirt e pantaloni neri, magra, niente trucco. Per niente vamp. Eppure, per i pm lei era la maîtresse.
È accusata di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.
«Non ho fatto niente di male. Stamattina (ieri, ndr) mi ha chiamato un giornalista di Repubblica e mi ha dato questa notizia. A me non avevano ancora notificato niente. Ma io dico: se tu ami una persona la vuoi vedere felice, no?».   
Nei limiti della legge...
«Certo. Io amo in modo spirituale il presidente Berlusconi, gli voglio bene, mi fa piacere vederlo sorridere. Ho fatto tutto per amore. Le pare che avrei mai fatto una cosa sapendo di creargli un problema?».
Però lei, secondo le carte, avrebbe chiesto a Tarantini di portare tre ragazze a Palazzo Grazioli (per fare felice il premier) e almeno una di queste si sarebbe prostituita. È così?
«No. Io mi ricordo che avevo organizzato una cena a Palazzo Grazioli perché c’era George Clooney a Roma e lui era molto impegnato contro il conflitto nel Darfur. Dissi a Tarantini: ci sono dieci uomini e nessuna donna, porta qualche amica».
Amiche escort però.
«Ma io non avevo chiesto questo! Né potevo immaginare. Mi è sembrato normale che, in mezzo a tanti maschi, ci fosse anche qualche ragazza. Ma non sono una che fa certe cose. E poi sono anche gelosa del mio presidente, non l’avrei mai “lasciato” ad altre. Non mi ricordo neppure di queste tre...».
Nel frattempo è stata interrogata su questi episodi, come persona informata sui fatti.  
«Sì, per quattro ore. Sola, senza avvocato contro quattro uomini. E alla fine ho dovuto combattere, supplicare, perché volevano farmi firmare una deposizione che non rispecchiava la verità. Sembrava che io ammettessi, ma non era vero».
Come ha conosciuto Tarantini?
«In Sardegna, tramite Elvira Savino. Aveva saputo che stavo preparando una grande festa per il presidente, lo voleva conoscere e mi ha domandato di venire con la moglie Nicla, che era incinta. Una bella coppia».
Adesso come sono i rapporti con Giampi?
«Nessun rapporto. Quando ho capito chi era davvero mi sono allontanata e ho anche detto al presidente di non fidarsi, perché lui era sempre a corto di soldi. Comunque, a una festa privata uno fa ciò che vuole».
Perché organizza tante feste. Fa la pr?
«No, faccio l’attrice, però conosco tanti  attori e personaggi dello spettacolo: da Clooney a Simon Le Bon, a Robert De Niro, ad Abramovich ad Harvey Keitel. Mi piace portarli in Italia a conoscere i miei amici».
Le indagini sono chiuse, ma molte intercettazioni non sono uscite. E c’è chi trema...
«Io sono serena. Non possono trovare niente contro di me. Non ho ricevuto bonifici strani o soldi per prostitute. Il presidente mi ha aiutato tante volte, ma come un padre. È reato questo?».
Berlusconi l’ha chiamata?
«Sì, poco fa. Sabina, tu stai tranquilla, mi ha detto. Vogliono metterci in cattiva luce, ma non ci riusciranno. Questo fango si ritorcerà contro di loro».
Adesso cosa pensa di fare?
«Ascolterò il mio avvocato, Fabrizio Siggia, e con lui vedrò come difendermi. Contro di me c’è un solo capo di imputazione, non 28. E poi i fatti contestati si sono svolti a Roma. Qualcuno a Bari ha voluto incastrarmi».     

di Brunella Bolloli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    19 Settembre 2011 - 16:04

    queste povere miserelle!!!!

    Report

    Rispondi

  • nilo01

    16 Settembre 2011 - 11:11

    ecco una degna rappresentante del partito dell'amore, lei ha fatto tutto per amore, per vederlo sorridere, lei coltiva un amore spirituale naturalmente, purissimo e quasi virginale, mentre quell'altro aiuta le povere nipotine di mubarak per salvarle dal marciapiede, aiuta lavitola perchè è un delinquente ma è simpatico, e la famiglia di tarantini perché non avrebbe diritto a una bella vacanza a cortina ? è una famiglia in difficoltà, diamogli ottocentomila euro. presidente, guardi che anch'io ho qualche difficoltà, e mi accontento anche di molto meno, mi regali sei/settecentomila, tengo famiglia, ed è certo che non la ricatterò, mi piacerebbe anche essere invitato alle sue cene eleganti, porto anche un paio di amici, allora aspetto

    Report

    Rispondi

  • fgem

    16 Settembre 2011 - 10:10

    povera verginella, povero fiorellino appena sbocciato, lei non sapeva nulla, voleva solo far felice un povero vecchio......Began, ma pensi di prenderci per dei pirla a tutti quanti??

    Report

    Rispondi

blog