Cerca

Leggi tutte le intercettazioni

Il primo incontro con Tarantini, l'ironia con la Polanco, i giudizi sulle ragazze. Seimila pagine di telefonate intercettate usate contro Berlusconi

Leggi tutte le intercettazioni
Spulciare tra le lenzuola del premier è la pratica più diffusa tra giornalisti e procuratori italiani. Tra le seimila pagine di intercettazioni (per ascoltarle a un uomo servirebbero 5 anni) ai danni di Silvio Berlusconi sul caso Tarantini ci sono passaggi volgari, intimi, a tratti esilaranti. Dal rapporto con Manuela Arcuri ("Meno male che non è stata qui, mi sarei sentito imbarazzato di essere andato con una troia così. Cancelliamo la Arcuri, è volgare") alle vanterie amatorie ("Ieri sera avevo la fila fuori dalla porta della camera... erano in undici... io me ne sono fatto solo otto perché non potevo fare di più... non si può arrivare a tutto"), dai voli delle ragazze di Tarantini sugli aerei presidenziali alle battute con Marysthelle Polanco ("A tempo perso faccio il primo ministro e quindi me ne succedono di tutti i colori". E ancora gusti ("Per favore, non pigliamole alte come fa questo qui di Milano, noi non siamo alti") e constatazioni ("Io, Rossella e Del Noce siamo vecchietti, ma potenti"). Dal primo incontro nel 2008 con Tarantini a oggi, tre anni al telefono con Silvio Berlusconi.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    20 Settembre 2011 - 09:09

    Su RAI 2, dopo aver visto l'intervista, avvilente per il sesso di appartenenza e sconvolgente per la totale assenza di solidarietà...(invece di ringraziare l'altrettanto benigna natura), nella sua "filosofia", ad una "escort" (soprattutto nella testa) sul modo più facile e possibile di mettere a frutto il "valore" o avvenenza femminile...praticando un mestiere antico anche se nelle forme di più "alto bordo"...sarebbe venuto da chiedersi se a tanta manifesta e dichiarata superiorità di bellezza...l'altrettanto estimatore, il Sig. B., non possa (ironia della sorte) mettere mano ad una significativa iniziativa di tassazione (o comunque regolarizzazione) di tale mestiere per queste profittatrici e comunque (per l'erario) galline dalle uova d'oro...catalogabile (questa volta) nel novero delle leggi anti-personam ? Beh, se corrisponderà al vero..."ogni donna andrebbe di corsa a casa di Berlusconi"...allora non ci dovrebbero essere problemi per le prossime elezioni ? Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • giannistecca

    18 Settembre 2011 - 09:09

    E si va a finire nelle solite "baruffe ciosote"; è il meno peggio, dall'altra parte chi c'é? Bindi, Vendola, Bersani, Di Pietro ecc.ecc. Ecco il comico dell'Italia o del paese gaudente, come preferite. A me fanno ridere quelle "sborronate" del premier: sono riuscito a chiav.........solo 8 su 11: cosa aveva preso, mezzo chilo di Viagra? Conoscevo uno una volta che si vantava di andare in casino e farne tre o quattro: sorpresa, dopo sposato è venuto fuori che era impotente. Le battute sulla Arcuri? Volgari, ma in linea con un "faccio tutto io" da buon milanese, e mi perdonino i milanesi modesti che lavorano senza tanto vantarsene ad ogni piè sospinto. Quello che mi preoccupa veramente è questo: gli altri lo esortano a lasciare, lui insiste sul restare ed il contorno degli uni e dell'altro è un coro: vattene, resta. Andiamo avanti così fino al 2013? Sempre che non finisca tutto il 21 dic 2012 sarà una pena per l'Italia. Caro Presidente, manda il popolo a votare e che sia lui a discernere.

    Report

    Rispondi

  • frankie stein

    18 Settembre 2011 - 09:09

    Nervosetto ( ma e' normale quando il proprio idolo inizia a diventare un vizio segreto ed affiorano sensi di colpa ) te la prendi con i 'culattoni', che per0' non dichiari, con borgheziana ossessione, e borghezi pure tu, fantasticando di vogliosi culi in sella ed altre amenita' piu' infantili che- oscene che- mai...Cianno...,tu non lo sai ancora, ma tra poco sarai a secco, di tutto, saliva compresa, ed il tuo nick gia' ci fa sorridere, piu' dei tuoi inutili post.

    Report

    Rispondi

  • vgrossi

    18 Settembre 2011 - 09:09

    Per intercettare il sig. A ci vuole una autorizzazione del Magistrato. Il sig. A parla con il sig. B. Sta bene. Ma il Magistrato non può sapere, nè prevedere, con chi parlerà a sua volta il sig. B. Se quindi viene intercettato chi parla con B, dato che non è possibile, ripeto, PREVEDERE chi sarà in sostanza significa che una autorizzazione consente a priori di intercettare tutte le utenze telefoniche MONDIALI. Ma allora che significato ha l' autorizzazione ? nessuno perchè se una autorizzazione consente di intercettare TUTTI non serve a nulla, dato che la PRIMA utenza intercettata fa comunque parte dell' insieme totale delle utenze mondiali, no? Nel ragionamento ci DEVE essere una falla, ma non la trovo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog