Cerca

Caffarella, "Nessun terzo uomo

E l'accusa ai romeni regge"

Caffarella, "Nessun terzo uomo
Il dna dei due romeni accusati dello stupro della Caffarella non corrisponde a quello dei violentatori. Eppure per la questura "le accuse reggono".
Secondo le analisi effettuate i profili genetici di Alexandru Loyos Isztoika e Karol Racz (nella foto), 20 e 36 anni, non corrispondono con le tracce biologiche rilevate dagli inquirenti sulla scena del crimine. Dunque crolla l'impianto accusatorio nei confronti dei due fermati. Intanto la procura precisa che "gli esami non sono stati completati, ma eseguiti solo su alcuni dei reperti (abiti della ragazzina, mozziconi di sigaretta e altri) messi a disposizione degli esperti".
E attraverso un comunicato del procuratore di Roma e del questore si smentisce l'esistenza di un terzo uomo che avrebbe preso parte allo stupro. "L'impianto accusatorio originale non cambia di una virgola - ha affermato il questore di Roma, Giuseppe Caruso - Lo posso dire d'intesa con il procuratore capo, il sostituto procuratore Barba e il capo della mobile. Da quanto abbiamo inteso nell'incontro che si è tenuto questo pomeriggio, la procura non farà non un passo indietro, ma nemmeno un centimetro indietro quando lunedì si terrà il riesame". "Siamo stati noi a richiedere il Dna - ha sottolineato il questore - perché noi per primi vogliamo trasparenza e siamo stati noi a prelevare la saliva al più giovane dei due rumeni fermati subito dopo la sua confessione - ha continuato - Pur ammettendo che il Dna è la prova regina crediamo ancora nella bontà di tutto l'apparato accusatorio".
"Mi auguro che la magistratura e gli inquirenti lavorino il meglio possibile. Non dobbiamo fare giustizia sommaria ma trovare i responsabili, quelli poi devono pagare fino in fondo - commenta il sindaco di Roma, Gianni ALemanno - Bisogna consegnare alla giustizia i colpevoli e non gli innocenti, poi quei colpevoli non devono essere scarcerati".



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog