Cerca

Depressa ma faceva le regate Graziata la giudice fannullona

Solo una multa simbolica al gip che per quasi un anno si è assentata dal Tribunale per andare in barca a vela

Depressa ma faceva le regate Graziata la giudice fannullona

Per i suoi colleghi era a letto con una lombosciatalgia, sprofondata nel buio della depressione. Così almeno diceva il certificato medico che il giudice per le indagini preliminari di Vicenza, Cecilia Carreri, ha presentato per quasi un anno. In realtà lei se la spassava a bordo di una barca a vela, si lasciava spingere dai venti dell'Atlantico sulle acque azzurre, partecipatava alle regate piuttosto che starsene in ufficio a smaltire i faldoni che intanto si accumulavano sulla sua scrivania.

Il verdetto - Il giudice preferiva lasciarsi cullare dalle correnti della Manica: si è difesa dicendo che "l'attività ludica personale faceva parte di un percorso di recupero delle potenzialità personali e di verifica delle capacità di autostima". Insomma, le regate erano per lei la terapia più efficace.  La giustizia con lei è stata lenta come sempre (il caso risale al 2005) e pure molto clemente. Come si legge sul quotidiano La Stampa, il giudice fannullone è stata graziata dalla Corte dei Conti. E' stata condannata solo a una multa simbolica:6700 euro. Poco più dello stipendio netto che la gip percepisce ogni mese. Poco male per dieci mesi e mezzo di navigazione per l'emozione di salpare l'Atlantivo e vedere le luci di Bahia L'inchiesta penale per truffa e falso, invece, era stata archiviata: il Csm l'ha solo punita con il trasferimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • monati50

    22 Novembre 2014 - 01:01

    Purtroppo 400 caratteri per esprimere un giudizio a questa ennesima porcata non mi bastano. Fare della propria esperienza di vita un fatto positivo e' cio' a cui crediamo!? Non so piu' come offendere...

    Report

    Rispondi

  • diegocante

    21 Settembre 2011 - 11:11

    Si doveva lasciarla navigare e poi affondarla a tradimento in mezzo all'oceano...

    Report

    Rispondi

  • NMRIC

    21 Settembre 2011 - 09:09

    la sorella di woodcoch o na cugina de lepore ?

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    21 Settembre 2011 - 08:08

    Questa è la dimostrazione che i magistrati possono fare quelo che vogliono.Chi si assenta per malattia e non è ammalato truffa lo stato ed è reato.Ma come dice il proverbio cane non mangia cane. Carlo Zani

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog