Cerca

"L'inchiesta passi a Roma" Berlusconi aveva ragione

Caso Tarantini, il gip di Napoli si dichiara incompetente sulla scarcerazione di Gianpi". De' Manzoni: "Un mese di fango"

"L'inchiesta passi a Roma" Berlusconi aveva ragione

Non Napoli ma Roma. La difesa del premier l'aveva detto, ora - secondo quanto riporta il sito del Corriere -  il Gip di Napoli Amelia Primavera conferma. Il giudice si è dichiarata incompetente a decidere sulla scarcerazione di Gianpoalo Tarantini richiesta dagli avvocati Alessandro Diddi e Ivan Filippelli. "In ordine al reato di estorsione - si legge nel provvedimento appena depositato - la competenza è dell'autorità giudiziaria di Roma". Immediata la replica della difesa di Silvio Berlusconi, che in quella inchiesta è parte lesa: "Il premier - ha detto il legale Niccolò Ghedini - è a disposizione dei magistrati se i pm vorranno sentirlo". Domenica scorsa era scaduto l'ultimatum della Procura napoletana che aveva ordinato al Cavaliere di farsi ascoltare senza la presenza dei suo avvocati. Al rifiuto di Berlusconi ("E' un trappolone", aveva commentato in una lettera al direttore del Foglio Giuliano Ferrara) il procuratore capo Giovandomenico Lepore aveva parlato di "accompagnamento coatto in Procura".


"Estorsione sì, ma a Roma" - La decisione del gip si basa sulle dichiarazioni della segretaria di Berlusconi Marinella Brambilla ma soprattutto su quanto ha affermato il presidente del Consiglio nella sua memoria difensiva che è stata depositata la settimana scorsa. L'estorsione si sarebbe consumata nella Capitale. Scrive il Gip nell'ordinanza: "La stessa vittima del reato ha confermato di aver corrisposto le somme di denaro sempre a Roma traendole da proprie disponibilità liquide che teneva presso la sua abitazione di Palazzo Grazioli. Dichiarazioni credibili con riferimento al luogo della dazione del denaro oggetto dell'attività estorsiva ipotizzata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Amiba

    22 Settembre 2011 - 08:08

    Qual buon vento! Ormai credevo che gli ultimi avvenimenti ti avessero convinto ad una vita di dignitoso eremitaggio... E invece no! Eccoti di nuovo a sbraitare e ad insultare come tuo solito! Meno male, perchè da solo non me la godo altrettanto bene la fine di Berlusconi e del suo circo! Adesso spero solo che ritorni anche il tuo amico Tigrin della Sassetta... Dai ragazzi, che lo spettacolo è appena cominciato!

    Report

    Rispondi

  • perfido

    21 Settembre 2011 - 23:11

    Ricordi però che fine fece quel SIGNOR ENZO TORTORA ? Certamente non per colpa Sua. Se non ottengono ciò che si prefiggono col processo, ti "scavano" dentro le budella. Sicuramente sei nato dopodomani, cioè non ricordi la storia. Leggi, leggi, leggi tanto. Saluti.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    21 Settembre 2011 - 20:08

    Ma di che caxxo parli , torna a giocare con le figurine.Parli di processi e non ti rendi conto che sei solo un povero co@@ione.Oltretutto non ti vergogni ad essere un caprone ignorante,continui imperterrito.Fai un favore all'umanità,suicidati.

    Report

    Rispondi

  • Amiba

    21 Settembre 2011 - 14:02

    Il vostro garantismo è per così dire spicciolo e di comodo. In altre parole è un arrampicarsi sugli specchi di fronte all'indifendibile. Il vero garantismo si applica a chi affronta i processi e non ha paura di mostrare le proprie ragioni, non a chi li sfugge con cavilli procedurali, leggi ad personam e prescrizioni varie. Provate voi, ad esempio, a rifiutarvi di fare l'alcool test durante un controllo stradale, e vedrete cosa succede... Garantisti! La regola di fondo è la stessa: se ti nascondi vuol dire che sei colpevole! Per tornare sul caso già citato di Tortora, ebbene in quel caso egli rinunciò alla sua immunità di parlamentare europeo per andare in giudizio e far valere le proprie ragioni. E venne assolto con formula piena in appello. Non cercò di nascondersi o di schivare i processi come fanno i banditi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog