Cerca

Presidenza Rai:

Amato è in pole position

Presidenza Rai:
 A far quadrare l'intesa tra maggioranza e opposizione per la presidenza della Rai potrebbe essere il nome di Giuliano Amato. Manca davvero poco per trovare l'accordo. Dell'opportunità di scegliere l'ex presidente del consiglio avrebbero discusso nei giorni scorsi il sottosegretario alla presidenza Gianni Letta e il leader democratico Dario Franceschini. Il vero nodo da sciogliere, a questo punto, è il doppio incarico che Amato si troverebbe a ricoprire, dacché lo scorso 20 febbraio è stato messo ai vertici dell'Istituto dell'enciclopedia italiana. L'attuale presidente Rai Petruccioli, forte dell'appoggio del presidente Napolitano (lo stesso che Amato non vorrebbe "deludere" rimettendo il mandato alla Treccani) spera nella riconferma per un altro triennio alla guida di viale Mazzini.Tuttavia, il doppio incarico di Amato non rappresenterebbe un ostacolo formale. La partita sembra avviata alla conclusione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    06 Marzo 2009 - 15:03

    L'uomo buono per tutte le stagioni,per tutti i partiti,per tutte le ideologie,per tutte le cariche pubbliche e non,l'uomo che da ragione a tutti,l'uomo che ha tanta ambizione,l'uomo che non ha idee proprie,l'uomo senza spina dorsale,l'uomo più manovrabile della galassia politica,l'uomo camaleonte della politica,per cui viene puntualmente ricompensato con le cariche più ambite.

    Report

    Rispondi

  • ottina

    05 Marzo 2009 - 22:10

    Perchè non organizza nuovamente un bel sciopero della sete e della fame per fare ritornare villari. Ah sì forse è troppo impegnato a non toccare caino. Basta, non se ne può più di questi fossili!!

    Report

    Rispondi

  • swiller

    05 Marzo 2009 - 16:04

    Fanno sempre più schifo.

    Report

    Rispondi

  • vidya

    05 Marzo 2009 - 16:04

    Questa è una notizia che non mi stupisce affatto, perchè conosco bene la Rai e conosco bene con quale cura si attuava il consociativismo intorno agli anni sessanta, operazione che da allora non si è più fermata. Amato poi è un personaggio buono per tutte le stagioni, si sa adeguare a tutte le situazioni e in tutte le circostanze. Era un fedelissimo di Craxi che dopo le note vicende è scomparso un po' per poi ritornare candido come un cherubino ovviamente senza più nominare il suo ex leader. Proprio il tipo ideale per fare il presidente della Rai.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog