Cerca

Ruby, pm contro Camera "Inaccettabile interferenza"

La Procura di Milano attacca il Parlamento: "Conflitto d'attribuzione sollevato solo per proteggere Berlusconi. Incostituzionale e contro buon senso"

Ruby, pm contro Camera "Inaccettabile interferenza"
Dalla Camera una "inaccettabile interferenza". La Procura di Milano parte in un attacco frontale alla politica, colpevole a detta dei pm di voler condizionare la Corte costituzionale sollevando il conflitto d'attribuzione del processo Ruby, che vede il premier Silvio Berlusconi accusato di concussione e prostituzione minorile. E' l'ultima goccia di un vaso già colmo in una giornata frenetica, che ha visto la Procura guidata da Edmondo Bruti Liberati tentare di giocare d'anticipo per tenere il processo a Milano e non cederlo al Tribunale dei ministri, come chiede il Parlamento.

Alla Corte Costituzionale Montecitorio ha chiesto di annullare tutti gli atti compiuti dalla magistratura milanese poiché "non spettava alla Procura di Milano» avviare indagini nei confronti del presidente del Consiglio in carica, nonchè procedere alla richiesta di giudizio immediato per concussione, «omettendo di trasmettere gli atti al collegio per i reati ministeriali". Sulla stessa linea, secondo la Camera, "non spettava al gip del tribunale di Milano né procedere per via ordinaria e emettere il decreto di giudizio immediato nei confronti del presidente del Consiglio", né "affermare la natura non ministeriale" del reato di concussione. Per gli inquirenti quello contestato al premier non è un reato ministeriale: la competenza a indagare e giudicare il premier Silvio Berlusconi è della magistratura ordinaria perché il premier avrebbe abusato della qualità dell'incarico di presidente del Consiglio e non delle funzioni. Il processo in corso davanti alla quarta sezione del Tribunale di Milano intanto riprenderà il prossimo 3 ottobre con la discussione sui temi di prova.

"Il dubbio sollevato dalla Camera - attacca in una nota Federico Sorrentino, l'avvocato che assiste il pool milanese - sulla possibile natura ministeriale di una delle condotte contestate al Presidente del Consiglio è tutto fuorchè 'ragionevole' e pone in luce la sua tendenza a proteggere la persona del Presidente del Consiglio piuttosto che la sua funzione". Una posizione, quella dei deputati, basata su una supposizione, ossia che la giovane marocchina fosse la nipote "dell’ex Capo di Stato egiziano" Mubarak, definita dai pm "pacificamente infondata", "risibile" e che "urta contro il comune buon senso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fdrebin

    22 Settembre 2011 - 17:05

    Bravo! Bella idea! Hai vinto la tessera onoraria del club delle BR. In alternativa c'e' quella della mafia.

    Report

    Rispondi

  • lobadini

    22 Settembre 2011 - 07:07

    Questi golpisti vanno eliminati senza pieta'

    Report

    Rispondi

  • paolino pierino

    21 Settembre 2011 - 22:10

    So solo che non ho mai votato ne mai ho trovato sulle schede elettorali il simbolo dei magistarti ne di Milano ne di Napoli ho trovato al vero molti ex PM che brigando tramando condannando anche tanti innocenti e slavando colpevoli ma alòoro affini e riconoscenmti hanno fatto carriera politica e si sono arricchiti alle spalle dei cittadini ho votato sempre per eleggere i parlamentari o il presidente del consiglio candidato la nostra patria non è una repubblica dei PM o dei GIP( massimo è delle banane )o di chi czz vogliono loro ma parlamentare .Le leggi sono promulgate dal parlamento non dai PM o GIP e questi oltre che ad applicarle dovrebbero obbidire alle leggi invece le interpretano le boccaino le correggono tipico dei nazisti o dei sovietici alla Stalin capito il perchè con questa casta formata da alcuni magistrati ritengo anch'io che l'Italia sia un paese di merda??

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    21 Settembre 2011 - 21:09

    Poi nemmeno si accorgono che la Mamma è scappata dall'ospedale e che a Lampedusa se le stanno dando come matti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog