Cerca

Gigi eco-sindaco in bicicletta pedala tra i mucchi di rifiuti

De Magistris promette "la pista ciclabile più grande di tutto il Mezzogiorno" mentre la sua città affoga tra i rifiuti (e la multano)

Gigi eco-sindaco in bicicletta pedala tra i mucchi di rifiuti
Lo spazzino Gigi in nome dell'ecologismo promette più biciclette per tutti. De Magistris, evidentemente, immagina che i napoletani sulle due ruote possano dribblare con maggiore agilità la monnezza che invade la città. Già, perché l'emergenza rifiuti non è affatto rientrata, tanto che l'Unione Europea minaccia sanzioni e una lettera di messa in mora. Ma forse per il sindaco manettaro questo è un problema di poco contro, una faccenda secondaria. Le priorità sono altre, e lo dimostra con l'ennesimo annuncio in pompa magna. Questa volta la bomba non è grande come quando promise di liberare Napoli dalla immondizia in tre giorni, bisogna dargliene atto. Ma un punta di meglomania non poteva mancare: "Dopo aver ridotto gli stipendi d'oro, darò a Napoli la più grande pista ciclabile del Mezzogiorno". De Magistris ipse dixit.

La 'carica' dei cittadini - Il velo sull'eco-progetto di Gigi è stato tolto in occasione della conferenza stampa per i primi 100 giorni da primo cittadino partenopeo. Il sindaco ha spiegato che la fatica è stata "grande", e che "si fa sentire", ma "l'affetto della gente è una carica straordinaria. Non bisogna mai perdere il rapporto con le persone" che sono "una fonte inesauribile di risorse". Peccato che, raccontano da Napoli, "la" carica dei cittadini potrebbe trasformarsi in "una" carica dei cittadini: cresce il malcontento, sia per la sempiterna questione rifiuti, sia per il rapido allargamento delle ztl, le zone a traffico limitato. Gigi però ha la soluzione: la bicicletta, con cui saltare i sacchi di immondizia e con cui pedalare senza patemi nelle nuove aree telecamerate.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    29 Settembre 2011 - 23:11

    Tanto il rally della munnezza...di qualche anno fa e riportato da numerose testate giornalistiche dell'epoca.Il Rally consisteva nel disporre su un certo percorso i sacchetti della spazzatura onde potere delinerare una pista da percorrere con il motorino a tutta manetta.I piu' bravi a correre in quella pista improvvisata e a scappare dalla Polizia,quando poneva fine alla gara,venivano reclutati e pagati per fare gli scippi oltre che prendere il premio in denaro dalla camorra..Mi chiedo gigetto che cosa abbia in testa di fare con le biciclette,quando il percorso è gia contrassegnato non dai sacchetti ma dai mucchi di monnezza alti numerosi metri ed a Napoli non cè piu nulla da rubare.BOH!!!

    Report

    Rispondi

  • spalella

    29 Settembre 2011 - 13:01

    Non solo tra i mucchi di Rifiuti, ma anche tra le coppiette napoletane che sembra abbiano scoperto l'ultima moda: fare sesso in strada..... certo se prima di andare in bicicletta, o se prima di fare sesso, daranno una pulita alla strada potrebbero anche servire a qualcosa le trovate napoletane, SEMPRE SPERANDO CHE LE TEENGANO A CASA LORO LE LORO TROVATE E NON INFETTINO ANCHE ALTRI.

    Report

    Rispondi

  • roda41

    29 Settembre 2011 - 00:12

    ma state a corto di argomenti???

    Report

    Rispondi

  • darkstar

    28 Settembre 2011 - 20:08

    Mi sembra giustissimo una pista per biciclette a Napoli, anzi ne propongo una anche a Milano. Hanno votato delle cime di sindaci ed ora se li tengano. Hanno voluto la bici ? che pedalino ! Milanesi e napoletani, godetevi i vostri zingari, i delinquentelli dei centri sociali, spacciatori e mondezza !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog