Cerca

L'Europa bastona l'Italia per la monnezza di Giggino

La Commissione europea ha deciso l'invio di una lettera di mora per la situazione della spazzatura. Il passo successivo è la multa

L'Europa bastona l'Italia per la monnezza di Giggino
La notizia era stata annunciata qualche giorno fa. Ora è ufficiale: la Commissione europea ha deciso l'invio all'Italia di una lettera di messa in mora per la situazione dei rifiuti a Napoli. Il passo successivo, in caso di inadempienza, è il ricorso alla Corte di giustizia Ue insieme a sanzioni pecuniarie. Non male, se si pensa che il sindaco di Napoli Luigi De Magistris aveva annunciato che nel giro di tre giorni avrebbe ripulito Napoli.

In passato il commissario europeo all’Ambiente Janez Potocnik, aveva tuonato: "L’ Italia in Europa è il Paese con il maggior numero di procedure di infrazione alle normative ambientali, ben 44, in tutti i segmenti della legislazione ambientale. L’emergenza rifiuti in Campania si può risolvere in primo luogo separando i rifiuti per consentirne il riciclo". Ma la raccolta differenziata a Napoli è una missione impossibile.


La Commissione europea ha aperto sei procedure di infrazione contro l’Italia, tra cui quella per i rifiuti a Napoli: è la commissione Ambiente a chiedere al nostro paese di regolarne "immediatamente" la gestione. Gestione che, secondo la Commissione, dopo il giudizio della Corte Ue nel 2010 ha fatto "progressi insufficienti".   Bruxelles dà due mesi di tempo all’Italia per dare risposte specifiche prima di rinviarla nuovamente alla Corte che potrà a quel punto sanzionare Roma. "Abbiamo visto le immagini alla televisione - ha detto il portavoce Joe Hennon - con montagne di spazzatura a Napoli. Sei milioni di tonnellate di rifiuti devono ancora essere smaltite. Siamo stati morbidi con le autorità italiane: ora è il tempo di agire".   Per il Wwf, in Italia non esiste alcuna
"strategia per la gestione dei rifiuti a fronte di una nuova multa dell’Ue che, in tempi di crisi economica, pende come una spada di Damocle sulle teste, e sul portafoglio, dei contribuenti". A Napoli l'emergenza dura ormai da 16 anni, "un dramma ambientale che potrebbe ripetersi anche nel Lazio per l’assenza di una valida alternativa alla chiusura della discarica di Malagrotta, annunciata per fine dicembre".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roda41

    03 Ottobre 2011 - 12:12

    il danaro che si versa vale per tutto e tutti e quindi pure il nostro risolve i guai di chicchessia.PAGANO;PAGANO,LORO!!!!le tasse le paghiamo pure noi,o forse non le paghiamo? I ricchi del NOrd ,piuttosto,impezzentiscono l'Italia con evasioni pazzesche ,dopo essersi arricchiti con i piani varati a favore del Nord,ZITTISCA e nel caso ,paghi allora,la GIUSTA pappa a quelli del Sud offesi e mantenuti in disagio con ben mirate politiche.PAGATE caso mai quello che voi create,affossando il SUD e se poi non vuole pagare,facciamo una bella guerra civile,che ne dice,visti i fanatismi ideologici del Nord.E ora blaiteri come vuole,certi soliti commenti da nausea, polemici,offensivi,possiamo pure FREGARCENE e tanti saluti al suo perfetto e nobile NORD.E spero che libero non favorisca solo le offese del Nord,rendendosene complice.Saluti a tutti.

    Report

    Rispondi

  • blumarine

    02 Ottobre 2011 - 18:06

    Solo per precisare e ricordare alcune cose,a questo punto è d'obbligo.Senza polemizzare,dico che siete voi che non sapete da che parte arriva la pappa che mangiate.Voi non avete mai risolto i nostri problemi,semmai è il contrario. Per non parlare che SIAMO NOI-ad essere stanchi di pagare per le vostre inefficienze e ruberie.Non sgranare gli occhi,hai capito benissimo.Ti do qualche imput-Sai da dove provengono i soldi,che hanno consentito di abolire L'ICI sulla prima casa?Sai che siamo stanchi di pagare le multe che continuamente l'unione europea ci infligge per lo sforamento delle quote latte, da parte dei vostri allevatori?Sai che siamo stanchi di pagare le emergenze che ogni anno paghiamo per l'esondazione di qualche vostro fiume,senza che vi decidiate a risolvere il problema?Posso continuare per molto.Per questo dico:quali sarebbero i soldi che voi pagate per noi?Attento a non darmi la solita risposta. Ti saluto con piacere

    Report

    Rispondi

  • roda41

    02 Ottobre 2011 - 17:05

    se l'avevamo avute non avevamo problemi,tanto sazi delle pappe del nord.E nel caso,pappe DOVUTE che il Nord dai tempi di Garibaldi,si è fregati i soldi del sud e si è arricchito con una politica di industrializzazione al Nord e ora ben pasciuti,si mettono pure a criticare i "poveri" del Sud.MA ZITTITE che è meglio.e spero che come i commenti del nord,Libero se si è liberi davvero di commentare,pubblichi pure quelli del Sud.

    Report

    Rispondi

  • Blackcat

    02 Ottobre 2011 - 12:12

    poi come la solito aspettare la pappa in bocca sperando che altri risolvano i problemi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog